Lazio: solo 2-2 con la Triestina, in gol Acerbi e Parolo sotto il nubifragio

video
di Enrico Sarzanini
Sotto un autentico nubifragio la Lazio pareggia 2-2 contro la Triestina nella sua prima uscita stagionale ad Auronzo di Cadore dove la squadra resterà fino al 4 settembre. Il tecnico Inzaghi in difesa lancia dal primo minuto il giovane Armini, che ha scelto una maglia pesante come la 13 che in passato fu di un certo Alessandro Nesta, mentre sull'out di sinistra c'è Kiyinie arrivato direttamente dalla Salernitana: qualche spunto interessante del marocchino che può essere una valida alternativa per la fascia sinistra. 
 
 


In cabina di regia al posto di Leiva, ancora alle prese con i postumi dell'intervento al ginocchio, c'è il neo acquisto Escalante: lo spagnolo si muove con disinvoltura ma non è ancora entrato nei meccanismi di Inzaghi. Non passano 3' che la Lazio va subito in vantaggio con Acerbi. Una rete che sembra il preludio di una goleada ma la Triestina tiene bene il campo pesantissimo che invece penalizza i giocolieri biancocelesti. Al 18' Caicedo si procura un calcio di rigore, sul dischetto va Immobile che si fa parare il tiro da Offredi.

A quel punto la Triestina prende coraggio e prima sfrutta un'incertezza di Strakosha poi grazie ad un perfetto colpo di testa di Guido Gomez va al riposo sul 2-1. Nella ripresa la pioggia non accenna a smettere, girandola di sostituzioni per Inzaghi, il pareggio della Lazio arriva al 15' con un gran sinistro di Parolo. Gautieri richiama più volte l'attenzione dell'arbitro per chiedere di sospendere il match, ma alla fine si va avanti fino al 90'.

Ultimo aggiornamento: Sabato 29 Agosto 2020, 19:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA