Lazio, Sarri senza ali: Pedro ko, anche Zaccagni in dubbio per l'Atalanta
di Enrico Sarzanini

Lazio, Sarri senza ali: Pedro ko, anche Zaccagni in dubbio per l'Atalanta

Archiviato l'accesso ai quarti di Coppa Italia, la Lazio si rituffa in campionato. Di fronte l'Atalanta di Gasperini, che i biancocelesti in campionato allo stadio Olimpico non battono dal 2017 (nelle ultime quattro gare interne due pareggi e due sconfitte), che nel confronto contro l'Inter ha confermato di poter ambire anche allo scudetto.
Obiettivo dare seguito alla vittoria ottenuta all'Arechi contro la Salernitana, la prima del 2022, ma soprattutto conquistare punti necessari per tentare la scalata all'Europa.


Il tecnico della Lazio Sarri, però, dovrà fare i conti con le tante assenze soprattutto in attacco. Pedro è da considerare out, rientrerà dopo la sosta per un problema muscolare al polpaccio, mentre Zaccagni è in forte dubbio: l'ex Verona contro l'Udinese in Coppa ha rimediato una distorsione alla caviglia dopo uno scontro di gioco con Success. «Spero di poterlo recuperare» ha sottolineato il tecnico al termine del match, oggi alla ripresa a Formello se ne saprà di più. L'unico esterno titolare resta dunque Felipe Anderson con Raul Moro e Luka Romero pronti a giocarsi le loro possibilità.


Attacco dunque nuovamente sulle spalle di Ciro Immobile che in questo 2022 ha messo a segno cinque gol in quattro gare. L'attaccante martedì contro l'Udinese è partito dalla panchina per una «vecchia cicatrice» come ha svelato Sarri in conferenza. Riposo precauzionale dunque per l'attaccante che però è dovuto entrare per risolvere il match. Per il resto out Acerbi, infortunato, e lo squalificato Cataldi, attesa per sapere se rientreranno Basic e Radu, sospetti casi di Covid della scorsa settimana.


Fronte mercato a 10 giorni dalla chiusura delle trattative il tecnico Sarri ancora non è stato accontentato. Il tecnico si sente quotidianamente con il patron Lotito che gli avrebbe garantito almeno un paio di innesti a gennaio. «Abbiamo problemi con l'indice di liquidità» ha ribadito il diesse Tare l'altra sera, il presidente della Lazio, così come avvenuto in estate, è pronto a sbloccare di persona la situazione anticipando i circa 14 milioni di euro necessari per fare acquisti con Vecino che potrebbe essere il primo rinforzo.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Gennaio 2022, 08:49

© RIPRODUZIONE RISERVATA