Lazio, Milinkovic diventa papà e i compagni di nazionale gli strappano la maglia: ecco perché

Il centrocampista ha festeggiato l'arrivo della piccola Irina dal ritiro con la nazionale serba

Lazio, Milinkovic diventa papà e i compagni di nazionale gli strappano la maglia: ecco perché

Milinkovic-Savic diventa papà. Il centrocampista della Lazio, come il compagno Zaccagni, ha festeggiato l'arrivo della sua primogenita. Venerdì è nata Irina, avuta insieme alla compagna Natalija Ilic. La buona notizia è arrivata quando il calciatore si trovava in ritiro con la nazionale serba, che si sta preparando per il Mondiale in Qatar. Così i compagni hanno festeggiato il "Sergente" con la tradizione della maglietta strappata. Ecco il motivo.

Chiara Nasti, il retroscena sul nome del primo figlio: «Fosse stata femmina l'avrei chiamata Barbie»

Milinkovic, la maglia strappata in nazionale

La tradizione della maglia strappata arriva da lontano. Un tempo, quando non c'erano ospedali e i bambini nascevano in casa, in Serbia si usava coprirli con stoffe di fortuna. Così, spesso si prendeva un capo maschile e si strappava per avvolgere i neonati. Un'usanza ancora in vita in Serbia per augurare felicità: si ritiene inoltre che coloro che partecipano allo strappo della camicia (o t-shirt) ricevano fortuna dall'uomo che è diventato padre.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Novembre 2022, 21:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA