Lazio-Spezia, le pagelle: Champions Caicedo, Correa appannato
di Alberto Abbate

Lazio-Spezia, le pagelle: Champions Caicedo, Correa appannato

REINA 6
Imposta sempre coi piedi da dietro, su Gyasi respinge bene al lato. Da Maggiore di testa viene graziato. Non può nulla su Verde all’incrocio. Incolpevole. 
MARUSIC 5,5
Ci mette il fisico e riesce a contenere più di un pericolo. Poi però crolla su Gyasi, che lo supera e mette il cross del pareggio. Maldestro. 
ACERBI 7
Bravissimo a murare in tackle Piccoli davanti alla porta. Fa un intervento spettacolare da ultimo uomo in scivolata. Perfetto. 
RADU 6,5
Sempre attento nelle chiusure in diagonale, dove c’è lui è impossibile riuscire a passare. Senatore. 
LAZZARI 5,5
Assente un tempo. Nella ripresa mette la palla sotto le gambe di Zoet, si divora il bis a porta vuota col pallonetto. Poi eccede col nervosismo. Esagerato. 
MILINKOVIC 5,5
Ci prova di testa, dà a Ciro una bella palla in area, ma non ha né la solita forza fisica né colpi di fantasia. Mogio. 
LEIVA 6,5
A inizio gara fa un gran lancio. Torna geometra e intercetta la palla che porta al vantaggio di Lazzari. Metronomo. 
PEREIRA 5
Si vede solo per una punizione sulla testa di Milinkovic, uno sterile doppio dribbling e una serie di falli inutili. Fantasma. 
LULIC 5,5
E’ impreciso in qualche tocco di troppo e non è nemmeno propositivo. Copre bene una palla al centro. Vecchietto. 
CORREA 5
Si divora tre gol clamorosi (in uno ignora Acerbi) davanti a Zoet. Fa l’assist decisivo per Lazzari, ma poi anche un fallo folle al fotofinish. Disastro. 
IMMOBILE 5,5
Fa un assist perfetto al centro non sfruttato da Correa, poi però non tira e sbaglia sempre l’ultimo passaggio in area. Prova a lanciare i compagni e poi al volo nella ripresa. Stanco. 
LUIS ALBERTO 6
Gioca nonostante la distorsione alla caviglia. Entra con foga ma poi non forza nessuna giocata. Infortunato. 
FARES 5,5
E’ propositivo. Poi però si perde Verde, che in semirovesciata lo punisce al centro. Impegna Zoet col sinistro. Intermmittente. 
AKPA AKPRO 6
Corre e lotta in mediana, non toglie mai la gamba in nessuna ripartenza. Generoso. 
CAICEDO 7
Si presenta per il rigore dal dischetto e la spedisce all’incrocio. Freddo. 
CATALDI n.g.
INZAGHI 6
La sua Lazio è troppo attendista e poco cinica. Meglio nella ripresa, ma stavolta serve sopratutto un pizzico di fortuna. Aiutato.  
GIUA 5,5
Lascia correre il gioco, reputa involontaria una mano d’Acerbi su un passaggio, non il braccio largo di Marchizza sul fronte opposto. Didattico.


Ultimo aggiornamento: Domenica 4 Aprile 2021, 09:14

© RIPRODUZIONE RISERVATA