Lazio, Immobile lascia il ritiro dell'Italia: confermata la contrattura, torna a casa

Lazio, Immobile lascia il ritiro dell'Italia: confermata la contrattura, torna a casa

di Valerio Marcangeli

Ci ha provato in tutti i modi Immobile. Una volta che si era sentito di nuovo al centro dell'Italia non è riuscito a scendere in campo. A sorpresa fuori dai convocati con l'Inghilterra, Ciro alla fine non ci sarà nemmeno contro l'Ungheria per giocarsi l'accesso alle final four di Nations League. Ci teneva il bomber a tornare al gol con la Nazionale, ma alla fine dovrà ancora attendere. Gli esami strumentali fatti in giornata per valutare il recupero del bicipite femorale della coscia destra non hanno dato gli esiti sperati. Confermata la contrattura. Nulla di grave, ma meglio non rischiare. L'attaccante della Lazio ne ha anche parlato al telefono sia con Sarri che con Lotito. Inutile forzare la mano con la possibilità di aggravare l'infortunio con una lesione che lo costringerebbe a rimanere ai box nel momento peggiore del calendario con 12 gare in 43 giorni. La sua prossima tappa sarà Formello.

Il comunicato della Nazionale su Immobile: «Confermata l'indisponibilità»

«Il calciatore Ciro Immobile - si legge sul comunicato della Nazionale - questa mattina si è sottoposto a Milano ad accertamenti clinici e strumentali che ne hanno confermato l’indisponibilità per la gara di domani in Ungheria». Poi sul ct Mancini: «Immobile ha comunque raggiunto con la squadra l’aeroporto di Malpensa, dove sul volo in arrivo da Roma il gruppo si è riunito al Ct, che ieri sera era rientrato nella capitale per poter votare questa mattina. Il Ct, pur  apprezzando la disponibilità del calciatore, constatato quanto emerso dagli accertamenti strumentali, ha scelto di lasciar tornare il centravanti azzurro al club di appartenenza, per proseguire le cure del caso. Gli accertamenti eseguiti sono stati, come sempre avviene, condivisi con lo staff medico del club».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Settembre 2022, 15:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA