Correa, contro il Bologna una partita da Dr. Jekyll e Mr. Hyde
di Alberto Abbate

Correa, contro il Bologna una partita da Dr. Jekyll e Mr. Hyde

Dottor Jekyll e Mr Hyde. Correa decisivo nel bene e nel male. Correa crea e Correa sbaglia. Correa fa espellere Medel dopo il rosso a Leiva e regala alla Lazio una speranza. Correa porta la palla sul dischetto e colpisce in pieno la traversa. Correa, che partita folle la sua. Nel primo tempo, tranne un tacco per Immobile, non ne azzecca una, nella ripresa accelera. Con la Lazio in 10 (e senza bomber Immobile al suo fianco) l'argentino rinasce e fa impazzire la difesa avversaria. Peccato che sia il solito disastro quando arriva sotto porta. Prima, su un rimpallo, a tu per tu con Skorupski cerca il tocco sotto le gambe e si mangia la prima rete in area. Poi decide di calciare il rigore conquistato da Acerbi e fa svanire la vittoria. Sbaglia, chiude gli occhi, tira di potenza. Inzaghi è disperato, ha le mani sulla testa. La Lazio ha sofferto tanto a Bologna, per due volta ha reagito di rimonta, alla fine però erano a portata di mano i tre punti da portare a casa. Finisce in pareggio per colpa di Correa. Nonostante tutto, sempre più croce che delizia.

Domenica 6 Ottobre 2019, 17:09



© RIPRODUZIONE RISERVATA