Un tempo per uno, Lazio-Atalanta finisce con uno spettacolare 3-3

Aggrappati a Ciro Immobile. Al suo cuore. Alla sua voglia. Alla sua rabbia. Ciro is on fire. Il pari strappato di cattiveria all’Atalanta vale come una vittoria. I fischi assordanti del primo tempo diventano applausi. Convinti. Il cuore biancoceleste ha vinto su tutto. Partita folle quella della Lazio che prima va sotto di tre gol in un primo tempo in cui gli uomini di Gasperini la prendono letteralmente a pallonate, poi la reazione d’orgoglio. Finisce 3-3. Un pareggio clamoroso strappato proprio all’ultimo minuto. Alla doppietta di Muriel e al tris di Gomez rispondono Correa e due rigori di Ciro. Stavolta il dischetto è benedetto. 
 


RISCATTO
In una settimana caratterizzata dalle parole dure di Lotito, Inzaghi ha dovuto fare appello a tutta la sua rabbia per rispondere sul campo alle critiche dell’ambiente. Certo andrà spiegato un primo tempo da mani nei capelli ma poi è stato bravo a correggere la squadra in corsa. Cataldi tra i migliori in campo. Un pari che muove di poco la classifica ma smuove parecchio gli animi dei calciatori biancocelesti bersagliati anche dalla curva Nord. Contestato pure il presidente Lotito. Non accadeva da tre anni. Una dose di fiducia in vista della sfida di Europa League in casa del Celtic e della Fiorentina in campionato. 

LEGGI LA CRONACA
 
Sabato 19 Ottobre 2019, 11:22



© RIPRODUZIONE RISERVATA