Strakosha: «Scudetto? Lazio, bisogna crederci»
di Enrico Sarzanini

Strakosha: «Scudetto? Lazio, bisogna crederci»

«Vogliamo vincere il campionato>. Il portiere della Lazio , Tomas Strakosha non ha dubbi e lo dice senza esitazione: alla ripresa l'obiettivo sarà lo scudetto. La classifica, d'altronde, non lascia troppi dubbi, a -1 dalla Juventus capolista e dopo le vittorie proprio contro i bianconeri e l'Inter la squadra di Inzaghi punta al terzo titolo della sua storia.
«Non bisogna mai smettere di sognare», sottolinea a Lazio Style Radio l'albanese che racconta l'evoluzione della squadra: «Non pensavamo di poter essere in lotta per lo scudetto perché puntavamo alla qualificazione in Champions ma passo dopo passo ci sono stati dei miglioramenti e abbiamo iniziato a crederci».
Nonostante i due mesi di stop forzato la squadra non ha perso la concentrazione: «Ho un piccolo problema (ha un’infiammazione al quinto metatarso del piede, ndr) ma in queste settimane mentalmente non abbiamo staccato perché il calcio è la nostra vita. Abbiamo grandi qualità, sarà importante ritrovare la forma fisica migliore per farci trovar pronti». Artefice di questo piccolo miracolo per Strakosha è stato il tecnico Simone Inzaghi: «Ci ha dato grande fiducia e ci ha fatto credere in noi stessi. Serviva tempo per trovare il nostro gioco, ci stiamo prendendo dei rischi importanti, ma in questo modo riusciamo a far divertire la gente e a creare tante occasioni. Vogliamo ancora migliorare, non dobbiamo mai smettere di crescere».
L'altro segreto sta nella forza del gruppo: «Si è creata una vera famiglia anche perché la società è riuscita a dare continuità al gruppo cambiando poco». Il cerchio si è chiuso con i campioni che fanno parte della rosa: «Abbiamo calciatori che riescono a cambiare le partite da soli».
Chiusura dedicata alla Nazionale albanese: «Vorrei dare un contributo maggiore per questo devo ancora migliorarmi».
Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Maggio 2020, 16:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA