Milan, tegola su Pioli: Calhanoglu ko. Salterà Celtic, Roma e Sparta Praga
di Luca Uccello

Milan, tegola su Pioli: Calhanoglu ko. Salterà Celtic, Roma e Sparta Praga

Milan, tegola Calhanoglu. A Glasgow domani non ci sarà, nemmeno con la Roma e neanche con lo Sparta Praga. Ne salta almeno tre. Poi si vedrà. Pessima notizia per Stefano Pioli, costretto a fare a meno di un giocatore fondamentale. Ma il tecnico ha già saputo fare a meno di Ibrahimovic, riuscirà sicuramente a trovare la soluzione in una zona del campo dove le alternative non mancano. 
Il trequartista turco ha riportato un infortunio alla caviglia sinistra. Si tratta di una distorsione, l’entità si saprà nelle prossime ore quando Calha effettuerà gli esami, ma non è una cosa da poco. Di sicuro non salirà sull’aereo che porterà i rossoneri in Scozia per l’esordio di Europa League contro il Celtic. Prevedibile. 
Il numero 10 aveva lasciato Milanello in stampelle. Fuori almeno una decina di giorni, quasi certamente tre partite dove Pioli potrebbe dare fiducia a Brahim Diaz. Potrebbe essere lui il giocatore giusto per sostituire il Sultano. Una giornata, quella di ieri, che era cominciata con le parole di Jens Petter Hauge e Dalot, gli ultimi due approdati alla corte del Diavolo. Dove può arrivare il Milan? Risponde l’attaccante norvegese che a sinistra dovrà vedersela con Rebic e Rafael Leao. «Con la qualità dei giocatori, possiamo raggiungere livelli elevati in questa stagione. Io voglio far parte di una squadra ambiziosa e sfondare nuovi limiti e alzare l’asticella. Speriamo che questo sia l’inizio di tanti buoni anni a venire». 
Ora che manca Calhanoglu, Hauge potrebbe avere qualche occasione in più. «Posso giocare in posizioni diverse, come ala sinistra in penetrazione, in combinazione con l’attaccante, come trequartista. Io ci sono…». 
Poi tocca a Diogo Dalot, terzino portoghese arrivato in prestito dallo United che in emergenza può giocare anche a sinistra. «Quando ho firmato per il Milan, avevo grandi motivazioni. Penso solo al Milan adesso, la mia testa è al 100% a Milano e spero di fare grandi cose, raggiungendo tutti i nostri obiettivi».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Ottobre 2020, 07:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA