Inter-Lautaro, il matrimonio continua nonostante il Real
di Alessio Agnelli

Inter-Lautaro, il matrimonio continua nonostante il Real

Lautaro-Real, sì, forse, anzi no: da ieri al via i negoziati per il rinnovo con l’Inter. Più che un polverone un’autentica bufera, che si è aperta e chiusa in poche ore ieri pomeriggio, fra rumors assordanti e altrettanto fragorose smentite. 
Ma, con ogni probabilità, solo il gioco delle parti (nell’accezione, gli agenti del Toro), prima del faccia a faccia con Marotta & Ausilio per il prolungamento di contratto dell’argentino, vero nodo del contendere. Le voci di un accordo tra Inter e Real per El Toro sulla base di 100 milioni (60 cash più il saldo di Hakimi) e il prestito di Jovic, hanno iniziato a circolare nella tarda mattinata, seguite a ruota dalla faraonica proposta d’ingaggio della Casa Blanca a Lautaro, pari a 8 milioni netti l’anno. 
Ma altrettanto immediate pure le smentite di Inter e Real («La notizia è assolutamente falsa», la chiosa del club merengue al quotidiano Abc), a chiudere la questione. Di certo, c’è la tappa madrilena di Beto Yaque e Rolando Zarate, agenti del Toro, per un pour parler, che non ha dato buon esito con il Real, nello scorso weekend. Come la successiva sosta dei due a Barcellona, per riattivare senza successo la pista blaugrana. 
Quantomeno, per presentarsi al tavolo delle trattative con l’Inter con una super-proposta (i 10 milioni offerti pre-Covid dai catalani) a dettare i termini di rinnovo. 
Nel summit di ieri con Marotta e Ausilio, Yaque e Zarate se ne sono sentiti offrire 6, tra fisso (5 milioni) e bonus, con prolungamento (dal 2023 al 2024) annesso, chiedendone uno (6 di quota fissa, 7 con i bonus) in più. 
Nei prossimi incontri, tra i punti all’ordine del giorno anche la clausola (110 milioni), da togliere (l’idea dell’Inter) o alzare. Potrebbe, invece, servire un indennizzo simbolico (1,5 milioni) per liberare Vidal da Barcellona. Anche ieri allenamento agli ordini di Koeman per il cileno, ma la risoluzione di contratto (con rinuncia ai 6,5 milioni dell’ultimo anno in blaugrana) è pressoché definita e l’approdo a Milano vicino. 
Amichevole. Alle 17 test con il Lugano (diretta Sky e Now TV in streaming) ad Appiano per i nerazzurri di Conte.

Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Settembre 2020, 07:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA