La Juve vince e si avvicina all'Inter: 2-0 alla Salernitana, bastano Dybala e Vlahovic

La Juve vince e si avvicina all'Inter: 2-0 alla Salernitana, bastano Dybala e Vlahovic

Doveva reagire all'eliminazione dalla Champions, la Juventus non fa scherzi: Dybala e Vlahovic stendono la Salernitana, i bianconeri ripartono in campionato con un 2-0 e rosicchiano punti verso il terzo posto. Se da una parte ci sono Milan e Napoli che continuano a vincere, infatti, dall'altra c'è l'Inter che deve recuperare la sfida contro il Bologna ma si è fermata ancora, così Allegri potrà giocare il derby d'Italia, alla ripresa dopo la sosta con un solo punto di distanza dai nerazzurri.

 

Juve-Salernitana 2-0, le pagelle: Vlahovic speciale, Rabiot elegante. Allegri ritrova le sue certezze

 

Chiellini e Dybala subito in campo, è questa la decisione dell'allenatore: il capitano fa coppia con De Ligt, la Joya gioca con Vlahovic e manda in panchina Morata. Per sostituire Locatelli, indisponibile causa Covid, il tecnico sceglie Danilo, posizionato a centrocampo insieme ad Arthur. Nicola lascia fuori Verdi e Ribery e decide di lanciare Djuric al centro dell'attacco supportato dai trequartisti Zortea, Bonazzoli e Perotti.

 

L'Empoli non riesce più a vincere: 1-1 con l'Hellas, Cancellieri risponde a Di Francesco

 

I bianconeri devono riscattarsi dopo la serataccia europea, l'approccio è dei migliori e dopo cinque minuti la sfida è già sbloccata. L'azione del vantaggio si sviluppa sulla destra, dove la triangolazione Cuadrado-Vlahovic-Dybala porta l'argentino a saltare facilmente Gyomber e ad infilare Sepe con il mancino. La Salernitana va subito in crisi e rischia il tracollo prima del quarto d'ora, quando Cuadrado lancia ancora Dybala ma la Joya tenta un tocco sotto e il pallone finisce alto. I bianconeri giocano in scioltezza, Sepe è costretto a superarsi sulle conclusioni ravvicinate prima di Dybala e poi di Vlahovic per evitare il raddoppio. Il 2-0, però, arriva alla mezz'ora: la Juve sfonda ancora sulla destra, il cross di De Sciglio è perfetto per il serbo che svetta sopra a Mazzocchi e batte il portiere avversario.

 

Nel finale c'è tempo per un episodio da moviola, con Pellegrini che cade in area a contatto con Gyomber ma Ayroldi opta per la simulazione, ammonendo l'esterno di Allegri (diffidato, salterà l'Inter). Rugani dà il cambio a Chiellini ed Ederson rileva Coulibaly, queste le due novità per la ripresa. I campani provano a prendere un pò di coraggio ma non impegnano mai Szczesny, Morata prende il posto di Dybala all'ora di gioco mentre Nicola risponde con Verdi per Perotti. Proprio il fantasista ex Toro ci prova dalla distanza, l'estremo difensore polacco devia in corner. Nicola ha poco da perdere e a 20 minuti dalla fine toglie un terzino, Ruggeri, per inserire un altro uomo offensivo, Ribery, e dall'altra parte Allegri toglie Arthur per Bernardeschi. Szczesny evita che la sfida si riapra respingendo la girata di Bonazzoli, la Juve porta a casa altri tre punti: dopo la pausa ci sarà il big-match contro l'Inter, i bianconeri puntano a vincere per sorpassare i nerazzurri al terzo posto. Per Nicola, invece, la zona salvezza resta distante nove punti.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Marzo 2022, 22:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA