Juve, un tris al Maccabi per ripartire anche in Europa. Allegri: «Dobbiamo fare altri passi in avanti»

Juve, un tris al Maccabi per ripartire anche in Europa. Allegri: «Dobbiamo fare altri passi in avanti»

di Timothy Ormezzano

La Juventus ritrova la vittoria e il sorriso anche in Champions, superando 3-1 il Maccabi Haifa. Di Maria ispira con tre assist i gol di Rabiot (prima doppietta in bianconero) e Vlahovic, mentre David segna il gol della bandiera per gli israeliani che colpiscono tre legni con Atzili.

La squadra di Allegri muove i primi tre passi nel Girone H che, dopo il pareggio (1-1) di ieri a Lisbona, vede il Psg e il Benfica in testa con 7 punti. Ecco il vero Di Maria, ecco il migliore Rabiot: due ottime notizie in vista del big match di sabato in casa del Milan. Allegri tiene giustamente i piedi per terra: «Di Maria è un giocatore straordinario, ma alla fine siamo usciti dalla partita e siamo stati fortunati. Siamo guariti? Dobbiamo fare altri passi avanti».
Rabiot sorride, l'esubero estivo è diventato fondamentale: «Sono contento per la doppietta, ne avevo già segnata una con il Psg. Questa è la strada giusta: avanti così».
Di Maria se la gode, finalmente: «Servire assist mi fa piacere. La mia espulsione a Monza? Sono pentito, mi spiace molto». Così invece Nedved: «Allegri non è stato mai in dubbio, neppure per un minuto. E i ragazzi sono rientrati dalle Nazionali con il piglio giusto».

La Juve parte bene, provandoci con Vlahovic. Il Maccabi ha diversi titolari in panchina, reduci dal digiuno imposto dalle celebrazioni dello Yom Kippur. Al 35' i bianconeri sfondano: assist magistrale di Di Maria e sventola di Rabiot, che ritrova il gol dopo 16 lunghi mesi (ultimo squillo il 23 maggio 2021 a Bologna). La ripresa si apre con il bis juventino al 50': filtrante di Di Maria per la fuga in campo aperto di Vlahovic, gelido con il mancino.
L'ispiratissimo Di Maria sfodera altri assist illuminanti, uno trasformato da Vlahovic ma in fuorigioco millimetrico, poi il Maccabi timbra il palo con Atzili (deviazione decisiva di Szczesny). Finale da brividi. Szczesny al 75' esce a vuoto regalando a David il 2-1 e Atzili scheggia un altro palo. All'83' ennesima pennellata di Di Maria (su corner) e altra magia di Rabiot (di testa) per il 3-1. Sul gong, infine, Szczesny si riscatta e Atzili colpisce il terzo legno.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Ottobre 2022, 10:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA