Juventus-Lazio 3-0, le pagelle: Rabiot recupera palloni su palloni, Milinkovic un'altra partita no

Juventus-Lazio 3-0, le pagelle: Rabiot recupera palloni su palloni, Milinkovic un'altra partita no

di Timothy Ormezzano e Enrico Sarzanini

La Juve ha battuto la Lazio per 3-0 a Torino nel posticipo della 15esima giornata di serie A, l'ultima partita prima della sosta per la Coppa del Mondo. Di Kean (doppietta) e Milic i gol dei bianconeri alla sesta vittoria di fila (senza subire gol). Per la Lazio, uno stop dopo due vittorie.

Le pagelle della Juve (di Timothy Ormezzano)

SZCZESNY 6,5

La prima parata dopo un'ora di gioco. Con l'ultimo intervento, sul gong, toglie un terra-aria di Felipe Anderson dall'incrocio dei pali.

GATTI 6

Preferito all'ultimo a Bonucci, vive una serata un po' complessa tra errori in fase di disimpegno e un'ammonizione presa in avvio.

BREMER 6,5

Il migliore in fase difensiva. Tenta anche qualche lancio in verticale ma non è (ancora) il suo mestiere.

DANILO 6

Si prende qualche rischio di troppo, ma poi è bravo a metterci delle pezze.

CUADRADO

6 Alcuni errori non da lui. E pochissimi affondi sul suo binario. Dopo un primo tempo difficile cresce nella ripresa tentando anche la via del gol.

FAGIOLI 6,5

Testa alta, movimenti giusti. L'unica vera occasione prima del gol di Kean è un suo bel piattone mancino bloccato da Provedel.

LOCATELLI 6,5

Regia attenta, con un bel guizzo: è sua l'apertura che avvia l'azione del raddoppio bianconero (dal 40' st Paredes: ng).

RABIOT 7

Recupera palloni più dei ragazzini a bordo campo. Compreso quello sottratto a Milinkovic-Savic e offerto a Kean per il vantaggio bianconero.

KOSTIC 6,5

La Juve sprinta solo sulla sua corsia. Con un'accelerazione e un sinistro potente piega la mano di Provedel favorendo il tap-in di Kean per il 2-0. (dal 19 st Chiesa 6,5: tira fuori dal cilindro l'asssit per il 3-0 di Milik).

MILIK 7

Appare fisiologicamente stanco, ma produce comunque due palle-gol cancellata da Provedel e Romagnoli prima del gol da due passi quasi sulla sirena.

KEAN 7,5

È lui lo juventino del momento. Doppietta scintillante, prima un pallonetto e poi un tap-in a porta spalancata (dal 17' st Di Maria 6: Avvia l'azione del tris bianconero e mette nelle gambe qualche minuto in vista del Mondiale).

ALL. ALLEGRI 6,5

Sesta vittoria di fila e sorpasso al terzo posto. Il riscatto è partito dalla difesa di nuovo impermeabile. Molti lo volevano out, ma lui è sempre più in.

Le pagelle della Lazio (di Enrico Sarzanini)

PROVEDEL 5
Attento su Fagioli e Milk ma prima è troppo fuori sull'1-0 poi sul sinistro di Kostic non trattine e per Kean e un gioco da ragazzi raddoppiare.


HYSAJ 5
Kostic lo costringe agli straordinari e nella ripresa lo buca dando il via al 2-0. (23' st Gila 5: si addormenta sul 3-0).


CASALE 5
Bravo a murare Kostic ma sull'1-0 tiene in gioco Kean che lo brucia in corsa poi si fa sorprendere sul raddoppio.


ROMAGNOLI 5
Serata complicata perché funziona male tutto il meccanismo. Mette qualche pezza ma alla fine crolla.


MARUSIC 5
Una serata complicata per la difesa, prova qualche discesa ma quando capisce che la Juve è in palla ripiega. 


MILINKOVIC 4,5
Male contro il Monza, malissimo con la Juve: prima si fa ammonire poi perde il duello con Rabiot sull'azione dell'1-0. (32' st Marcos Antonio 5: entra ma non si vede).


CATALDI 5,5
Parte voglioso ma la Juve è affamata e prende possesso del centrocampo. Perde la palla sull'azione del 2-0 bianconero. (13' st Vecino 5: ingresso ininfluente).


BASIC 5
Partita senza acuti, l'aggressività della Juventus lo mette in soggezione e lui non fa nulla per reagire. (13' st Luis albero 5: poco reattivo).


ROMERO 5,5
Conferma di essere in salute dal punto di vista fisico e psicologico. Propositivo ma la squadra è poco reattiva. (23' st Cancellieri 5: impalpabile).


ANDERSON 5
Molto utile nel palleggio, la sua voglia di fare si interrompe ancor prima di trovare qualche spunto. Si risveglia nel finale.


PEDRO 5,5
Sempre pronto ad incunearsi nelle maglie della difesa bianconera è tra i pochi a cercare sempre la porta. 


ALL. SARRI 5
Troppo dover rinunciare a Lazzari, Immobile e Zaccagni è costretto a chiudere  l'anno con una sconfitta comunque meritata.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Novembre 2022, 00:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA