Juventus, Allegri per tornare al Max. E Vlahovic è l'osservato speciale

Juventus, Allegri per tornare al Max. E Vlahovic è l'osservato speciale

di Timothy Ormezzano

C'è Vlahovic sulla copertina di Juventus-Fiorentina, di scena domani (ore 18) all'Allianz Stadium. È lui l'osservato speciale dei bianconeri, che sorvegliano dall'anno scorso la situazione legata al futuro dell'attaccante. La separazione dal club viola è praticamente certa, forse si celebrerà già a gennaio. Del resto, il mancato accordo per rinnovare il suo contratto in scadenza nel 2023 costringe il presidente Commisso ad accelerare i tempi per capitalizzare al massimo.
Il problema per la Juve è che per Vlahovic c'è la coda di pretendenti, forti di offerte economicamente più seducenti di quelle che, in questi tempi di recessione, può proporre il club di Andrea Agnelli. A Firenze avrebbero fissato il costo del cartellino del 21enne serbo, sperando di scatenare un'asta internazionale. Roba da tenersi forte, perché la cifra si aggira alla quota di 80 milioni di euro. Decisamente troppi per la Signora, che assicurerebbe al serbo un ruolo centrale nel suo progetto tecnico votato ai giovani, ma che non può permettersi operazioni troppo costose, alla Cristiano Ronaldo o quasi.
A meno di procurarsi un tesoretto tramite la cessione di almeno un paio di giocatori tra Kulusevski, Rabiot e McKennie, mentre per Ramsey, ieri tornato a lavorare in gruppo, si pensa a una risoluzione consensuale di contratto. La cifra di 80 milioni invece rientra nelle possibilità di diversi club inglesi, primo fra tutti il Tottenham della nuova accoppiata formata dagli ex bianconeri Paratici e Conte.

Gli Spurs stanno infatti monitorando il campionato italiano, per il loro prossimo shopping invernale.
Intanto, a proposito di giovani dai piedi buoni e dal futuro certo, l'Argentina ha sorprendentemente convocato la stellina dell'Under 23 bianconera Soulè. Sorprendentemente, sì, perché il trequartista 18enne arrivato nel gennaio 2020 dal Velez non ha disputato nemmeno un minuto in A, ma soltanto in Serie C o in Primavera. Soulè prenderà parte alle prossime partite di qualificazione ai Mondiali in Qatar con Messi, Dybala e compagni. Il ct Scaloni stravede per lui, finito al centro di una specie di favola calcistica.
Chissà che questo endorsement non convinca Allegri ad accelerare i tempi di inserimento in prima squadra di questo talento sin qui convocato una sola volta per Napoli-Juve, quando i bianconeri erano in piena emergenza.
E domani contro la Fiorentina la Juve sarà in formazione tipo, con il probabile ritorno di Chiellini e Rabiot dal primo minuto e la conferma di Chiesa, Morata e l'imprescindibile Dybala. Niente turnover, con la sosta dietro l'angolo.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Novembre 2021, 08:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA