John Terry incorona Bonucci e Chiellini: «Sono due leggende»

John Terry incorona Bonucci e Chiellini: «Sono due leggende»

In vista dell'ultimo match del girone di Champions League, decisivo per il primato del girone, l'ex difensore inglese dice la sua sui difensori della Nazionale e della Juventus

Sono passati più di 4 mesi dalla notte magica di Euro 2020 e da quel motto, «It's coming Rome», che ha accompagnato l'estate italiana. 53 anni dopo dall'ultima volta, capitan Chiellini ha alzato sotto il cielo di Wembley la coppa degli Europei. Ma la nostra vittoria, nel Regno Unito brucia ancora e, a distanza di tutto questo tempo, Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci ricevono l'incoronazione di un loro collega inglese, vera e propria leggenda del calcio britannico: John Terry.

 

Leggi anche > Daniil Medvedev, il giallo dell'orologio da 200mila euro rubato e poi riapparso: cosa è successo

 

«Bonucci e Chiellini sono i migliori della loro generazione, due top player. Sono già leggende. Io stesso li studiavo, come ho sempre studiato gli italiani. Baresi, da cui tutto è cominciato, e Maldini, mio mito assoluto, l’uomo che faceva sembrare tutto facile: nessun difensore ha mai avuto uno stile naturale come lui».

 

A dirlo è John Terry, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, non certo uno qualsiasi. Un difensore vera e propria leggenda del calcio inglese, colonna portante e capitano della nazionale e del Chelsea. In attesa di Chelsea-Juve («Vince il Chelsea, 2-0» ha dichiarato).

 

E sul ruolo attuale dei difensori: «Noi eravamo più aggressivi. Però sono cambiate le regole, è cambiato il gioco. Io ho una certezza: tra cinque anni ci saranno ancora bravi difensori e Van Dijk, che è un fenomeno, sarà ancora il più bravo di tutti».

 

Poi chiude con il ricordo dell'Esuropeo che tanto ancora brucia oltre Manica: «L’Inghilterra era più forte, ma l’Italia aveva qualcosa di speciale. Nel girone, quando ho visto gli azzurri abbracciati a cantare l’inno, ho pensato: ‘Questo è quello che un tifoso chiede. Lottare insieme, con passione’. Lì ho capito, l’esperienza ha fatto il resto».

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Novembre 2021, 17:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA