Italia-Galles, Locatelli 'sbrocca' a Barella in panchina: il siparietto diverte i social

Italia-Galles, Locatelli 'sbrocca' a Barella in panchina: il siparietto diverte i social

L'Italia batte 1-0 il Galles e conquista il primo posto nel suo girone di Euro 2020, chiuso a punteggio pieno. Un'altra prova convincente per gli azzurri di Roberto Mancini, ma la cosa più curiosa non è avvenuta sul campo dell'Olimpico, ma in panchina. I protagonisti sono i due centrocampisti Nicolò Barella e Manuel Locatelli.

 

Leggi anche > Le pagelle di Italia-Galles: Jorginho un maestro, bene Verratti, delude solo Belotti

 

Siamo al 25' del secondo tempo quando, in panchina, il centrocampista dell'Inter scherza con Manuel Locatelli. Nicolò Barella tira infatti qualcosa all'indirizzo del compagno di nazionale, forse un polsino, una piccola boccetta o una salvetta di spugna. Un gesto assolutamente innocuo, a cui il centrocampista del Sassuolo reagisce in maniera spropositata. Le ipotesi sono due: o gli scherzi di Barella si prolungano sempre troppo a lungo, o un grande professionista come Locatelli esige la massima serietà anche nei momenti in cui si abbassa la tensione.

 

Italia, per il Black Lives Matter si inginocchiano in cinque. I gallesi tutti e undici

 

 

 

A Manuel Locatelli sfugge anche un epiteto irripetibile, anche se detto in maniera affettuosa. E il siparietto ha fatto impazzire gli utenti sui social. «La cosa più rilevante della partita l'hanno fatta Barella e Locatelli, senza neanche giocare. Chi meglio di loro?» - si legge tra i commenti su Twitter - «Locatelli prende a schiaffi Barella: valutazione +5 milioni (ben spesi)». E ancora: «Locatelli non è neanche permaloso, Barella è sempre il solito», «Barella prende schiaffi anche quando non gioca» e «Dobbiamo vincere gli Europei perché meritiamo di vedere questi due ubriachi marci che festeggiano». E partono anche dei paragoni: «Barella rompe proprio come faccio io con i miei amici» o «Barella è più fastidioso di mia figlia e infatti è il suo idolo calcistico».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Giugno 2021, 00:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA