Inzaghi alle stelle: «Squadra fantastica». L'amarezza di Pioli: «Il nostro gol era valido»

Inzaghi alle stelle: «Squadra fantastica». L'amarezza di Pioli: «Il nostro gol era valido»

di Fabrizio Ponciroli

Tanta euforia in casa nerazzurra per la conquista del pass per la finale di Coppa Italia. Inzaghi si gode la vittoria: «Penso che i ragazzi siano stati fantastici. Abbiamo giocato un derby con intelligenza. Abbiamo colpito nel momento giusto. Penso che abbiamo meritato sul campo la finale di Coppa Italia, ci tenevamo tantissimo a portare a casa questo importante traguardo».
Una battuta anche sulla volata per il tricolore: «Siamo stati bravi a restare lucidi in un periodo in cui abbiamo speso tanto a livello di energie mentali. Abbiamo perso qualche punto ma ci siamo ripresi. Ora dobbiamo fare il finale di campionato nel migliore dei modi, sapendo che sarà un percorso lungo».
Grande soddisfazione anche nelle parole di Lautaro Martinez, autore di una doppietta d'autore. «Sono contento perché giochiamo un'altra finale. Lavoriamo per portare l'Inter sempre più in alto. C'erano mio padre e mia mamma, non potevo chiedere di meglio. Dedico questa doppietta alla mia famiglia. Ora dobbiamo recuperare le energie e pensare alla prossima. Volata scudetto? Dobbiamo pensare una gara alla volta».

Mastica amaro Pioli: «Volevamo vincere, non ci siamo riusciti. Abbiamo trovato un avversario forte. Il risultato è netto, non credo ci sia stata così tanta differenza. Chiaramente il 2-1 ci avrebbe dato delle possibilità, poi è diventata ancora più difficile». Proprio sull'episodio incriminato, il tecnico del Diavolo perde la pazienza: «Basta guardare la reazione di Handanovic che non protesta affatto. Lui non ha reazione, non fa niente».
Il tecnico del Milan guarda avanti con ottimismo: «Possiamo fare sicuramente di più. Quando subisci tre gol, significa che hai avuto delle disattenzioni. Peccato, non è stata la nostra serata. Comunque questa è una grande opportunità per noi, per reagire subito».
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Aprile 2022, 09:20

© RIPRODUZIONE RISERVATA