Inter-Cagliari 4-0: Lautaro Martinez e Calhanoglu firmano il poker, Inzaghi si prende la testa della classifica

Poker dell'Inter al Cagliari, Inzaghi si prende il primo posto in classifica

Un monologo perfetto, senza sbavature, per conquistare il primato e iniziare a progettare la fuga verso il ventesimo scudetto, il secondo di fila. Quello della seconda stella, vero obiettivo stagionale dell’Inter. Il Cagliari è annientato dal gioco dei nerazzurri, sempre più implacabili. Scavalcato il Milan, la squadra di Simone Inzaghi ha le due gare con Salernitana (venerdì 17 dicembre) e Torino (mercoledì 22) per chiudere in testa il girone di andata tenendo alla larga le rivali.

È un dominio assoluto quello dell’Inter a San Siro. Dal primo all’ultimo minuto. La gara si indirizza in un unico binario fin dalle battute iniziali, con tre tiri di Barella. Il centrocampista mette le cose in chiaro, il Cagliari cerca di restare compatto. Si fa vedere soltanto con una cavalcata di Bellanova, ma è l’unico lampo dei sardi. Perché l’Inter prende le misure con Skriniar e Calhanoglu e sblocca il risultato con un colpo di testa di Lautaro Martinez, che insacca anticipando Joao Pedro. A tenere a galla i rossoblù è Cragno insuperabile su Sanchez e sul rigore di Lautaro Martinez. L’argentino ne fallisce un altro, dopo quello nel derby con il Milan (7 novembre).

Anche nella ripresa non c’è storia. Segnale che l’Inter non vuole fallire il sorpasso in classifica sui rossoneri. Raddoppia subito con Sanchez, imbeccato da un assist meraviglioso di Barella. Poi, come già accaduto nel primo tempo, è Cragno a evitare la goleada nerazzurra negando il tris a Dumfries e Sanchez. Ma non può nulla sul gran tiro di Calhanoglu e sul 4-0 firmato da Lautaro Martinez, a segno per la sesta volta in carriera contro i sardi.

Inter-Cagliari, le formazioni ufficiali

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Sanchez, Lautaro Martinez. All. S. Inzaghi

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Caceres, Godin, Carboni; Bellanova, Deiola, Marin, Grassi, Dalbert; Keita Balde, Joao Pedro. All. Mazzarri


Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Dicembre 2021, 08:44

© RIPRODUZIONE RISERVATA