Inter, tra rinnovi e adeguamenti: per Brozovic e Barella il futuro è adesso
di Alessio Agnelli

Inter, tra rinnovi e adeguamenti: per Brozovic e Barella il futuro è adesso

Prima Marcelo Brozovic, in scadenza a giugno e da blindare, poi Nicolò Barella, campione d'Italia e d'Europa, da gratificare con un ingaggio adeguato al nuovo status. In casa Inter, definita la trattativa con Lautaro per il rinnovo (fino al 2026, a 6 milioni l'anno, ufficialità a breve), le nuove priorità di Marotta e Ausilio si chiamano Brozovic e Barella, i signori' del centrocampo di Inzaghi, inseparabili dentro e fuori il rettangolo di gioco (Siamo due persone dirette e vere, ci piace stare insieme e divertirci la recente chiosa del sardo sul rapporto col croato) e accomunati da un futuro a Milano fortemente voluto da entrambi e solo da siglare. Nelle prossime 24 ore, il primo a bussare alla porta di viale Liberazione sarà Marcelo Brozovic, il caso più impellente, in virtù dei sondaggi delle big d'Europa, Milan compreso (anche se da Brozovic sarebbe già arrivato un secco no all'ipotesi rossonera), che hanno fiutato il colpo a zero per la prossima estate. A rappresentare il 28enne di Zagabria il padre Ivan, coadiuvato da un legale di fiducia. Sui 6 milioni di euro, bonus inclusi, la richiesta di prolungamento biennale del croato. Con Marotta e Ausilio che puntano invece a 5 milioni tutto compreso, e in linea con lo stipendio di Calhanoglu, per il closing. A seguire, poi, Nicolò Barella, il prossimo in lista.
Nel caso dell'azzurro, la domanda è di 6 milioni più bonus, per prolungare con l'Inter ed ereditare la fascia di Handanovic già dalla prossima estate. Da Suning in arrivo il nullaosta, anche per stroncare sul nascere ogni voce su Capitan Futuro. Alessio Agnelli


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Ottobre 2021, 08:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA