Inter-Bayern, le pagelle: D'Ambrosio, serata da incubo. Si salvano solo Brozovic e Skriniar

Inter-Bayern, le pagelle: D'Ambrosio, serata da incubo. Si salvano solo Brozovic e Skriniar

ONANA 6 Pressioni all’ennesima potenza. Prima assoluta in nerazzurro a furor di popolo, a spese di un certo Handanovic e contro il Bayern, nell’esordio di Champions. Mostra personalità e attitudine al tiro al bersaglio, neutralizzando 6 conclusioni prima del gol di Sané e altre 5 dopo, prima di capitolare nuovamente. A referto anche una mezza papera, salvato dal palo.

D’AMBROSIO 4 Preferito a De Vrij e dirottato sul centro-destra sulle tracce di Sané. Il risultato non è quello sperato, con l’ex City che fa il bello e il cattivo tempo dalla trequarti in su, compreso il gol dello 0-1, bruciandolo in inserimento. Lo sprofondo con l’autogol dello 0-2, incubo Sané.

SKRINIAR 6 Senza De Vrij tocca a lui il ruolo di perno centrale e la marcatura di Mané. Con l’ex Liverpool rischia il minimo sindacale, reggendo l’urto. Qualche problemino in più con il pallone tra i piedi e in fase di rilancio. (27’ st De Vrij 5,5: incerto)

BASTONI 5,5 Se la vede con l’ex bianconero Koman, soffrendo in velocità e negli uno contro uno. In marcatura in difficoltà pure negli incroci con Mané, in costruzione spesso raffazzonato e impreciso. (27’ st Dimarco 6: ordinato)

DUMFRIES 5 Con il canadese Davies è vita dura in fascia e la pressione altissima. In avanti non pervenuto o quasi, in fase di non possesso colpevolmente latitante nei raddoppi su Sané e corresponsabile nell’azione dello 0-1 tedesco. Apnea costante. (27’ st Darmian 5,5: subito a rincorrere)

MKHITARYAN 5 Preferito a Barella per esperienza e tecnica in movimento. Peccato che trotterelli per il campo, spesso limitandosi al compitino e senza colpo ferire.

BROZOVIC 6 Disturbato da Muller in fase di possesso e costantemente sotto pressione. Ne esce con corsa, polmoni e geometrie apprezzabili nel traffico.

CALHANOGLU 5 Tanto movimento, poco costrutto. Si segnala solo per un paio di corner teleguidati, troppo poco. (37’ st Gagliardini ng)

GOSENS 4,5 Il lontano parente dell’esterno d’assalto ammirato con l’Atalanta. Mai uno spunto davanti e dietro fa acqua a ogni affondo.

DZEKO 6 Vince il ballottaggio con Correa e lotta su ogni pallone, facendo il suo e mettendo a referto due occasioni di testa, a fil di palo, e di destro, in girata. Ci prova. (27’ st Correa 5: si divora un gol nel finale)

LAUTARO 5 L’esatto contrario di Dzeko. Si fa vedere in avvio con un esterno destro pretenzioso, poi scompare dalla tenzone e dagli highlights di serata, marcando visita al tiro e in assistenza.

INZAGHI 5,5 Debutto in Europa da dimenticare e terzo ko in 6 uscite stagionali, tra cambi di formazione e scelte discutibili. In crisi. Alessio Agnelli


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 7 Settembre 2022, 22:58

© RIPRODUZIONE RISERVATA