Il Bodo Glimt denuncia: «Dalla Roma solo falsità, Knutsen è stato aggredito e ha reagito. C'è un video che lo dimostra»

Il club norvegese risponde alle accuse della Roma e invoca che la UEFA mostri a tutti il video di cosa realmente è accaduto nel post partita di Bodo Glimt - Roma

Il Bodo denuncia: «Dalla Roma solo falsità, Knutsen è stato aggredito e ha reagito. C'è un video che lo dimostra»

di Francesco Balzani

Il Bodo Glimt non ci sta. La società norvegese ha risposto alle accuse dei giallorossi relative a un presunto pugno del tecnico Knutsen nei confronti di Nuno Santos. La reazione del club non ha tardato ad arrivare che ha fornito la sua versione prima ai media locali poi tramite un comunicato ufficiale.

Leggi anche > Bodo-Roma, Pellegrini denuncia :"Aggredito il nostro preparatore"

Tutto è accaduto nel dopo partita del match di Conference League vinto per 2 a 1 in rimonta dal Bodo Glimt. Un episodio che ha dell'incredibile. Il capitano Lorenzo Pellegrini si presenta ai microfoni della mix zone e denuncia l'aggressione subita da Nuno Santos, il preparatore dei portieri della Roma. «È spiacevole per la competizione e per il fair play. Il loro allenatore ha aggredito il nostro preparatore dei portieri. Ha iniziato a dirgli qualcosa e dopo lo ha aggredito in maniera forte. Noi siamo venuti qui con rispetto, fatti del genere sono un insulto sia alla Roma sia alla competizione. È una vergogna. Sono ancora scosso per quello che è successo anche a Mancini. Non sa nemmeno lui cosa è successo, non si può giocare su campi così. Ora vogliamo mandarli fuori anche per quello che fanno fuori dal campo», ha dichiarato Pellegrini.

E adesso arriva la risposta del club norvegese. Ecco la traduzione del comunicato apparso sul sito ufficiale del Bodo Glimt: «Il comportamento della Roma non è solo un attacco fisico a Kjetil Knutsen, è un attacco sistematico ai valori di Glimt. Noi come piccolo club non possiamo stare con il cappello in mano e accettare un simile comportamento. Noi siamo UN GRUPPO.


'Gioco a calcio perché è qualcosa che mi appassiona e mi dà gioia. Vivere da vicino una manipolazione antisportiva mi rende triste', dice Kjetil Knutsen.

Il video dimostra l'attacco a Knutsen
La Roma sta bombardando i media di falsità, nel tentativo di nascondere il comportamento antisportivo. Glimt sa che c'è un video dell'incidente, che mostra l'attacco a Knutsen da parte di rappresentanti dell'apparato di supporto della Roma. Il club ha visto questo video. Chiediamo che il pubblico abbia accesso a questo video di proprietà della UEFA.

Knutsen si dice inoltre scioccato dal comportamento riprovevole che la Roma ha portato in partita.

Una comprovata violazione delle regole del gioco è che l'allenatore dei portieri della Roma si è posizionato illegalmente fuori dallo staff tecnico, dove ha continuamente molestato verbalmente e a gesti Knutsen. Glimt ne ha informato il quarto arbitro e il delegato UEFA in diverse occasioni. Le denunce non sono state ascoltate e l'allenatore dei portieri della Roma ha potuto continuare il suo comportamento senza ostacoli.

- 'Tutto è culminato in un attacco fisico contro di me nel tunnel del giocatore. Di solito sono per natura quindi mi allontanerei. In questo caso, sono stato aggredito fisicamente. Mi ha afferrato per il collo e mi ha spinto contro il muro. È naturale che poi ho dovuto difendermi', dice Knutsen.

Knutsen dice di non avere problemi di adrenalina e di impegno in panchina durante una partita. Dice che questa è stata una parte naturale del calcio quotidiano a Hovding, Fyllingsdalen, Åsane e Glimt.

- 'Il comportamento molesto che abbiamo vissuto durante la partita di ieri, invece, non ha nulla a che fare in uno stadio di calcio', dice Knutsen.

- 'Glimt non vede altra scelta che denunciare Nuno Santos alla polizia sulla base dell'aggressione fisica a Kjetil Knutsen. È completamente insostenibile un tale comportamento. Questa è una provocazione sistematica, una manipolazione e infine l'esercizio della violenza fisica contro Kjetil Knutsen. Siamo fiduciosi che un organismo obiettivo ignorerà le affermazioni errate della squadra allenatrice della Roma, afferma il direttore generale di Glimt Frode Thomassen.

Thomassen si aspetta che la UEFA reagisca e garantisca i valori globali del calcio di non violenza e fair play.

- Il nostro focus ora è sulle partite dei prossimi giorni. Lì, noi di Glimt mostreremo coraggio atletico e solide scarpe da calcio radicate nei valori in cui crediamo, conclude Knutsen».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 8 Aprile 2022, 19:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA