Zlatan Ibrahimovic, dieci giorni di stop ma oggi è a Sanremo

Video
di Luca Uccello

Le prove al teatro Ariston sono andate bene. Si è divertito Zlatan che sul palco di Sanremo canterà. Lo farà con Sinisa Mihajlovic. Intoneranno Io Vagabondo, pezzo del 1972 dei Nomadi. Lo svedese è stato protagonista di gag, ovviamente sportive, con Amadeus e Fiorello. Giochi e scherzi che verranno ripetuti nel corso delle varie serate fino a sabato prossimo. Ma quello che si chiedono i tifosi del Milan è un'altra cosa; mercoledì sera Zlatan Ibrahimovic sarà a San Siro, seduto in panchina, al fianco dei suoi compagni anche se infortunato, come le altre volte o resterà a Sanremo autorizzato da Paolo Maldini e il club? Una domanda che ha trovato una risposta già ieri sera: il fuoriclasse svedese raggiungerà la squadra domani per la partita con l'Udinese e tornerà a Sanremo solo il giorno dopo, giovedì.

 


Intanto, preoccupa il suo infortunio, l'ultimo della serie, domenica sera in Roma-Milan. L'attaccante svedese ha subito una lesione del muscolo lungo adduttore sinistro: domani ovviamente non potrà essere in campo, ma salterà anche la sfida di domenica prossima a Verona. L'esito dell'esame effettuato nella giornata di ieri prima di partire in macchina per Sanremo (con lui la società ha inviato' un preparatore atletico e un fisioterapista che lavoreranno quotidianamente al suo fianco) non ammette repliche: a rischio sono anche la sfida di Europa League con il Manchester United e poi Milan-Napoli di domenica 14 marzo. Un infortunio che lo allontana dalle polemiche dei giorni scorsi, anche dei suoi stessi tifosi che hanno storto il naso quando hanno saputo della sua partecipazione alla kermesse sanremese. Una decisione che Ibra avrebbe preso già un anno fa e di cui il Milan non era ancora a conoscenza. «Ho incontrato Zlatan a pranzo la scorsa estate - ha raccontato Amadeus - e ho pensato di proporgli di venire all'Ariston per tutte le serate del Festival, quasi senza speranza; lui dopo pochi giorni invece ha accettato con entusiasmo; per lui è una nuova sfida».

 


La partecipazione di Zlatan a Sanremo deve far riflettere anche per il futuro. Zlatan si sta costruendo un altro futuro? La fine da calciatore di successo è vicina? A farlo pensare non sono solo gli anni che passano ma anche i tanti infortuni; Ibra ha già saltato dieci gare in campionato in questa stagione tra la positività al Covid-19 (Crotone e Spezia) e problemi muscolari di vario genere (Fiorentina, Sampdoria, Parma e Genoa per un problema alla coscia; Sassuolo, Lazio, Benevento e Juventus per un infortunio al polpaccio). Ora l'elenco delle partite senza Ibra potrebbe ancora aumentare e arrivare in campionato fino a 14, forse 15. Di sicuro salterà l'Udinese, poi il Verona e probabilmente anche il Napoli. E nel mezzo c'è anche la gara di andata all'Old Trafford contro il Manchester United. Tutte cose che fanno riflettere sul suo futuro in rossonero.


Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Marzo 2021, 20:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA