Ibrahimovic a sorpresa si schiera con Djokovic: «Contrario al vaccino per poter lavorare»

Ibrahimovic a sorpresa si schiera con Djokovic: «Contrario al vaccino per poter lavorare»

Zlatan Ibrahimovic, a sorpresa, si schiera con Novak Djokovic. In un'intervista apparsa oggi sul domenicale francese Le Journal du Dimanche, per l'uscita in Francia del suo libro «Adrenalina», il centravanti del Milan è molto chiaro: «Vaccinarsi per ragioni di salute non è la stessa cosa che farlo per disputare un torneo di tennis. Ognuno deve poter avere la sua opinione».

 

Sofia Goggia, caduta e infortunio a pochi giorni dalle Olimpiadi di Pechino

 

Rispondendo a una domanda sulla polemica su Novak Djokovic non vaccinato e bloccato in Australia, Ibra afferma che «chi si fa un vaccino lo fa perché ci crede, perché pensa sia efficace contro la malattia». «Ognuno ha la sua opinione - continua lo svedese - la gente non dovrebbe essere obbligata a vaccinarsi soltanto per poter andare al lavoro. Io mi sono vaccinato perché penso che il vaccino mi protegga, non per poter giocare al calcio. Sono due situazioni diverse».

 

Australian Open, Berrettini ai quarti di finale: battuto Carreno Busta, ora c'è Monfils


Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Gennaio 2022, 14:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA