Caso Collovati, l'ad Rai valuta sospensione opinionista. Lui si scusa: «Mie frasi inopportune»

Collovati, l'ad Rai valuta la sospensione opinionista. Lui si scusa: «Mie frasi inopportune»

Non è bastato il tweet di scuse di Fulvio Collovati dopo che ieri aveva negato la possibilità che ci sia competenza tecnica delle donne del calcio scatenando polemiche e la replica della ct della Nazionale, Milena Bertolini che attraverso l'Ansa ha definito quelle frasi frutto di una «mentalità primitiva». ​

L'ad della Rai, Fabrizio Salini, ha chiamato stamattina i vertici di Rai2 esprimendo forte irritazione per le affermazioni di Fulvio Collovati ieri a Quelli che il calcio. A quanto si apprende, Salini sta valutando la sospensione dell'opinionista.
Salini ha invitato a tenere sempre ben presente che la Rai è un servizio pubblico e che il contratto di servizio ricorda esplicitamente all'articolo 9 che Viale Mazzini si impegna a promuovere la formazione tra i propri dipendenti, operatori e collaboratori esterni affinché in tutte le trasmissioni siano utilizzati un linguaggio e delle immagini rispettosi, non discriminatori e non stereotipati nei confronti delle donne.

«Mi scuso per le frasi involontariamente sessiste pronunciate ieri - ha scritto oggi Collovati -, pur nel clima goliardico di 'Quelli che il calciò abbiano urtato la sensibilità delle donne. Sono state inopportune e me ne dispiaccio non era mia intenzione offendere nessuno». Una dichiarazione seguita alla replica della ct della Nazionale, Milena Bertolini che aveva definito quelle frasi frutto di una «mentalità primitiva». 

 
Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio, 16:50


© RIPRODUZIONE RISERVATA