Roma, tifosi inferociti: «Via Fonseca, va preso Spalletti o Allegri». Bufera sul team manager Gombar

Video
di Gianluca Lengua

Il giorno dopo fa ancora più male. I tifosi della Roma sono inferociti, non si spiegano come sia stato possibile che lo Spezia con una formazione completamente rimaneggiata (9 cambi rispetto alla precedente partita di campionato), sia stato in grado di sbattere fuori dalla Coppa Italia una Roma con sette titolari in formazione. Le responsabilità, secondo il tribunale social, sono (quasi) tutte da addossare al tecnico Paulo Fonseca, incapace di dare stimoli ai giocatori e colpevole di una preparazione atletica approssimativa: «In un anno e mezzo ha vinto due scontri diretti, non c’è carattere e la mentalità vincente latita», è solo una delle migliaia di messaggi che hanno invaso le bacheche di Facebook e gli account Twitter.

Roma, figuraccia anche in Coppa Italia contro lo Spezia: Fonseca sabato si gioca il posto

Fonseca è reduce da un derby perso malamente 3-0, una partita che oltre a generare polemiche ha suscitato diverse domande tra i dirigenti della società e il presidente Dan Friedkin. Non è un caso, infatti, se nessuno si sia esposto per confermare la panchina del tecnico: «Sono in discussione dal primo giorno, però, mi sento forte perché in campionato siamo nella posizione che volevamo», sono le parole del portoghese. In queste ore la società sta valutando il da farsi, l’area sportiva è tutta sotto la gestione di Tiago Pinto nuovo general manager giallorosso dal primo gennaio, sarà lui, in accordo con la proprietà, a dare eventualmente il ben servito al tecnico. 

Ad aggravare la sua posizione l’errore da principianti in occasione del sesto cambio durante la partita di ieri con lo Spezia: da regolamento la Roma non avrebbe potuto eseguire la sesta sostituzione, a sottolinearlo anche Lorenzo Pellegrini pizzicato dalla telecamere mentre lo faceva notare al team manager Gianluca Gombar (costretto a rendere privato il suo account su Instagram per i troppi messaggi di critica). Non è servito, il cambio è stato comunque effettuato e al posto di Pedro è entrato Ibanez. Partita persa a tavolino, la seconda della stagione, per uno sbaglio da principianti: «I manager cosa fanno? Sono deluso questa maglia va onorata serietà e competenza», «Adesso non è più un problema di vincere o perdere le partite, qui non si conoscono le basi del proprio lavoro queste cose succedono nei tornei da bar», «È la pagine più triste della storia della Roma». 

La Roma contro lo Spezia fa il sesto cambio ma è vietato: rischio sconfitta a tavolino

In effetti, due partite perse a tavolino in un solo campionato non è cosa che si vede tutte le stagioni in Serie A (la prima contro il Verona per l’inserimento di Diawara nella lista sbagliata), i Friedkin dovranno prendere delle decisioni nel breve periodo per rimettere in carreggiata la squadra e sperare in un posto in Champions League. Per farlo i tifosi suggeriscono i nomi di Luciano Spalletti e Massimiliano Allegri: «Con uno di loro due finalmente cominceremo a vedere bel calcio e non ci dovremmo preoccupare delle continue umiliazioni con le big». 

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Gennaio 2021, 14:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA