Fiorentina-Empoli 1-0, decide Gonzalez. L'ira del presidente Corsi in tribuna contro il designatore Rocchi

Fiorentina-Empoli 1-0, decide Gonzalez. L'ira del presidente Corsi in tribuna contro il designatore Rocchi

La Fiorentina vince il derby con l'Empoli per 1-0 grazie a Nico Gonzalez, fresco goleador in nazionale contro il Venezuela ma a digiuno in campionato da 5 mesi. Un successo importante per la squadra di Italiano, al 4/o risultato utile di fila, che resta in corsa per l'Europa in attesa di recuperare il 27 aprile la gara con l'Udinese. Per la formazione azzurra è la 14esima partita in A senza vittorie, mai così male dal 1999, anche se la sua classifica per adesso non è a rischio.

 

Andreazzoli e i suoi comunque hanno di che recriminare: per il gol di Di Francesco annullato nel primo tempo (sullo 0-0) per un presunto precedente fallo di Pinamonti su Terracciano ravvisato dal Var, e soprattutto per la prima ammonizione a Luperto (le immagini confermerebbero l'irregolarità inizialmente commessa da Cabral). Considerando che proprio Luperto è stato espulso al 12' della ripresa per un secondo giallo, stavolta sacrosanto, preso per fermare Gonzalez si spiega così la rabbia dell'Empoli rimasto in 10: il patron Corsi, in tribuna, s'è alzato per chiedere immediate spiegazioni al designatore Gianluca Rocchi seduto poco distante. Oltretutto subito dopo la Fiorentina è passata con Gonzalez che di testa ha deviato la punizione di Biraghi, una rete che si rivelerà decisiva.

 

Prima della gara il sindaco di Firenze Dario Nardella e il dg viola Joe Barone, insieme al presidente della Lega Francesco Ghirelli, hanno consegnato una targa a Giovanna e Francesco Franchi in ricordo del padre Artemio a 100 anni dalla nascita. Poi via al derby che si è acceso subito fra due squadre che prediligono giocare a viso aperto e ad alti ritmi. Italiano, con Piatek non al meglio, ha schierato Cabral nel tridente con Gonzalez e l'ex Saponara, nel mezzo Torreira, Castrovilli e Duncan preferito a Maleh per l'infortunato Bonaventura e Venuti ha avvicendato l'acciaccato Odriozola. Andreazzoli senza lo squalificato Parisi ha rilanciato Tonelli (costretto poi a uscire in barella per un grave infortunio al ginocchio destro) e recuperato Stojanovic, in avanti Pinamonti e Di Francesco con Henderson trequartista. Empoli aggressivo, Fiorentina pronta a sfruttare gli spazi e impegnare Vicario con Biraghi e Torreira.

 

L'assalto era continuo, ma i viola non riuscivano a trovare il gol al contrario degli azzurri a segno nel finale di tempo con Di Francesco in rovesciata. Gol molto bello ma annullato dall'arbitro Massimi richiamato dal Var a rivedere l'azione. La partita si è decisa nel secondo tempo con il rosso a Luperto e il sigillo di Gonzalez: a quel punto la Fiorentina si è limitata a gestire (fallendo almeno tre occasioni per raddoppiare e vedendosi annullare la rete di Cabral per fuorigioco di Saponara) e l'Empoli in evidente flessione ha avuto un sussulto solo nel finale, troppo tardi però, anche se l'arbitro, fischiando la fine qualche secondo prima, ha acuito le proteste degli azzurri.

 

L'ira del presidente Corsi contro il designatore Rocchi

 

Luperto viene espulso per doppia ammonizione, per fallo su Gonzalez, e il presidente dell'Empoli Corsi si alza da dove era a sedere in tribuna e si dirige verso il designatore degli arbitri Rocchi (al Franchi di Firenze per assistere alla gara contro la Fiorentina dei suoi arbitri) per protestare animatamente verso la decisione presa dall'arbitro Massimi.

 

Pomo della discordia non tanto il secondo fallo ma il primo sanzionato al difensore ospite, nel primo tempo per il fallo su Cabral davanti alla panchina dell'Empoli) che ha causato non poche polemiche in campo. Immagini riprese anche dalle televisioni, con Rocchi che cercava di spiegare al massimo dirigente dell'Empoli la decisione presa in campo dall'arbitro. Alla ripresa del gioco poi la Fiorentina è passata subito in vantaggio proprio con un gol di testa di Gonzalez.


Ultimo aggiornamento: Domenica 3 Aprile 2022, 15:56

© RIPRODUZIONE RISERVATA