Empoli e Spezia non si fanno male: al Castellani poche emozioni, finisce 0-0

Empoli e Spezia non si fanno male: al Castellani poche emozioni, finisce 0-0

Empoli e Spezia non si fanno male e si dividono la posta nella sfida salvezza del 'Castellani, anticipo della 32/a giornata di Serie A, che termina 0-0. In classifica i toscani salgono a quota 34 agganciando il Bologna al 12° posto, mentre i liguri sono quattordicesimi con 33 punti insieme all'Udinese. Le prime occasioni le costruiscono gli ospiti prima con una girata di Manaj, su cross di Reca, ribattuta dalla difesa e poi sul tentativo di Maggiore dal limite con il pallone che finisce di poco a lato. Al 15' arriva la risposta dei padroni di casa con Di Francesco che accelera sulla sinistra e mette in mezzo, Nikolau chiude sul primo palo rischiando l'autogol.

La gara continua sui binari dell'equilibrio con ritmi buoni e tanti cambi di fronte ma poche occasioni per sbloccare il risultato con le difese che hanno la meglio sugli attacchi. I padroni di casa spingono di più nella seconda parte di frazione: al 36° con Pinamonti che calcia di prima intenzione trovando la risposta d'istinto di Provedel. Quasi allo scadere è invece lo Spezia ad avere un'ottima occasione con Manaj che si invola sulla sinistra e mette dentro un pallone su cui però nessun compagno arriva alla deviazione decisiva in porta.

In avvio di ripresa i ritmi non decollano con le due squadre che sono anche imprecise in fase di impostazione non riuscendo così a creare occasioni pericolose nei primi dieci minuti con l' Empoli che tiene più palla, ma senza sfondare. Le due migliori occasioni arrivano poco dopo l'ora di gioco: Agudelo da una parte impegna Vicario dopo un bel inserimento dalla sinistra; La Mantia dall'altra esalta i riflessi di Provedel con una girata su cross di Bajrami.

Nella fase centrale del secondo tempo l' Empoli si rende pericoloso con Asllani prima e Pinamonti poi che però non inquadrano lo specchio. Lo Spezia stringe i denti dietro e prova a cercare le ripartenze per fare male ai toscani e a cinque minuti dalla fine vanno vicini al gol: Kovalenko serve Verde che calcia in diagonale impegnando Vicario alla respinta corta, poi è lui con l'aiuto di Viti a bloccare il tentativo di tap in di Nzola. Il finale è tutto di marca empolese con Benassi che impegna ancora Provedel prima del fischio finale.


Ultimo aggiornamento: Sabato 9 Aprile 2022, 17:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA