Dinamo Zagabria-Milan 0-4, le pagelle: Giroud portafortuna, Gabbia fondamentale. Tonali, che sostanza

Dinamo Zagabria-Milan 0-4, le pagelle: Giroud portafortuna, Gabbia fondamentale. Tonali, che sostanza

di Luca Uccello

TATARUSANU 6,5 Niente di incredibilmente complicato ma sempre attento. Per il momento non ha mai fatto rimpiangere Magic Mike

KALULU 6,5 Dove lo metti gioca e non sbaglia mai.

KJAER 6,5 Ci mette l’esperienza. E con quella fa ancora una grande partita proteggendo al meglio Tata

GABBIA 7 Fondamentale: salva una rete e di testa realizza quella che permette al Milan di sperare di passare il turno e volare agli ottavi. E meno male che in estate doveva partire…

THEO HERNANDEZ 6 Meno spinta, più attento per novanta minuti giocati con molta intelligenza ed equilibrio (70’ Ballo-Touré 6: Prova a spingere come fa Theo…)

TONALI 7 Dal suo piede l’assist per la rete di Gabbia. E quel rigore che chiude la partita a Zagabria. E che sostanza lì in mezzo al campo

BENNACER 6,5 Bravo anche a chiudere, difendere e a proporsi il più possibile in avanti (70’ Pobega 6: lui la butta dentro, peccato che Origi sia in fuorigioco)

REBIC 6 Ci tiene a fare bene. Ci prova. Prova anche a lasciare il segno, la sua firma. Ma non tutte le ciambelle riescono con il buco

DE KETELAERE 6 Qualche segnale di ripresa. Ma ancora troppo poco per dire che questo è il vero Charles (52’ Krunic 6: Meno fantasia del talento belga ma più presenza, maggior peso in mezzo al campo alle spalle di Giroud)

RAFAEL LEAO 7 Prova ad accelerare, fuggire più di una volta. E quando riesce a scappare verso la porta non sbaglia mai (70’ Messias 6: partecipa alla festa rossonera)

GIROUD 7 Ci prova più di una volta di testa e quasi, quasi la butta dentro. Ma è su rigore che segna la sua rete numero 20 in Champions League. La sua quindicesima in trasferta. Portafortuna (81’ Origi 6: due assist in nove minuti più recupero)

PIOLI 7 Il suo Milan non si ferma davanti a niente. Nemmeno davanti alla Dinamo che non perdeva in casa dal 31 dicembre 2021 contro l’Hajduk Spalato. Un successo che mette in cassaforte la qualificazione agli ottavi di finale. Con il Salisburgo basta un pareggio…


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Ottobre 2022, 07:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA