L'Assoagenti risponde a De Laurentiis: «Sue dichiarazioni lesive»

Il numero uno del Napoli: «I ricatti dei procuratori sono la vera problematica del sistema calcio per l’indebitamento»

L'Assoagenti risponde a De Laurentiis: «Sue dichiarazioni lesive»

di Salvatore Riggio

L’Aiacs Assoagenti risponde alle dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, che aveva parlato «dei ricatti dei procuratori che sono la vera problematica del sistema calcio per l’indebitamento». Da parte sua l’Aiacs Assoagenti ha spiegato che sosterrà il presidente degli azzurri in qualsiasi denuncia vorrà fare. Al contrario, in mancanza di denunce o azioni conseguenziali «si riterranno le parole del presidente De Laurentiis altamente lesive della categoria degli agenti e pertanto passibili di azioni giudiziaria a tutela che l’Aiacs – Assoagenti potrà intraprendere nei confronti dell’autore di dichiarazioni offensive e discriminatorie», si legge sul comunicato. E ancora: «Ricordiamo al sig. De Laurentiis, che gli agenti sportivi espletano una professione tutelata e protetta da disciplina statuale e pertanto controllata e garantita da una normativa altamente stringente e presa come riferimento dalla Fifa e da tutte le altre Federazioni calcistiche».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Maggio 2024, 18:25

© RIPRODUZIONE RISERVATA