De Rossi, gli audio whatsapp sul contratto a gettone

di Francesco Balzani
Il caso De Rossi sembra non avere mai fine. In mattinata, infatti, a Roma è circolato un audio WhatsApp con la voce presumibilmente di De Rossi che a un amico confessa un retroscena che avrebbe dell’incredibile. Dopo aver difeso il personale e l’ufficio stampa che lavora a Trigoria perché incolpevole di quanto stesse succedendo, De Rossi avrebbe illustrato l’offerta fatta dalla Roma dopo le contestazioni. De Rossi sarebbe stato disponibile a un contratto a gettone buttato li quasi come una battuta.
 
Roma, Ranieri: «De Rossi meritava un altro comportamento»​

Visto che la società nutriva dubbi sulle sue condizioni fisiche De Rossi avrebbe proposto di dargli 100mila euro a presenza, a gettone. Facendo 10 partite avrebbe guadagnato un milione. Se ne avesse fatte 30 sarebbero stati 3 milioni. C’era anche la possibilità di non farlo mai giocare. In quel caso De Rossi sarebbe stato disponibile pure a passare un anno senza stipendio. Una cosa nata e morta nel colloquio con il Ceo Fienga che qualche minuto dopo avrebbe richiamato lo stesso De Rossi dicendo che Pallotta aveva dato l’ok alla proposta. A quel punto De Rossi sarebbe sbottato. Dopo un anno che non si parlavano e dopo essere stato cacciato il centrocampista si è stupito dell’improvviso interesse di Pallotta e avrebbe rifiutato la proposta, come ha detto ieri ai tifosi “per dignità personale”.

Ma questa è una versione. Poi c'è l'altra che filtra da Trigoria, negli ultimi mesi De Rossi avrebbe incontrato tre volte la Roma. Nell'ultimo colloquio di lunedì, la Roma sostiene di aver informato De Rossi della scelta di non rinnovare, e durante le quasi tre ore in cui sono state presentate al giocatore le prospettive dirigenziali Daniele avrebbe detto che sarebbe stato disposto anche a giocare a gettone. Negato che sia stato successivamente chiamato per accettare la sua proposta di contratto a gettone con la maglia giallorossa.

Giovedì 16 Maggio 2019, 11:58



© RIPRODUZIONE RISERVATA