Cori razzisti a Koulibaly, Giorgio Chiellini: «Da italiano e toscano mi sono vergognato»

Cori razzisti a Koulibaly, Giorgio Chiellini: «Da italiano e toscano mi sono vergognato»

Nella conferenza stampa, alla vigilia della semifinale di Nations League, il capitano Azzurro torna sull'episodio di Firenze di domenica sera

Il capitano della Nazionale, Giorgio Chiellini, torna sulla vicenda dei cori razzisti al difensore del Napoli Kalidou Koulibaly. «È inaccettabile quanto accaduto e ci deve essere uno sforzo da parte di tutti, ma servono leggi e regole da applicare. Mi sono vergognato da italiano e da toscano», ha commentato il centrale Azzurro.

 

Leggi anche > Nations League, l'Italia sogna un altro trionfo

 

Ai margini della conferenza stampa in vista della semifinale di Nations League contro la Spagna, Chiellini ha commentato l'episodio dell'Artemio Franchi di domenica sera parlando del razzismo in Italia.

 

«In Europa ci sono tante persone che parlano di noi come un paese razzista e invece non lo siamo - ha proseguito il capitano della Nazionale italiana -. Ci sono persone più adatte di me a prendere le decisioni, ma qualcosa va fatto per dare un'immagine migliore di noi stessi».

 

«Il ricordo della partita contro la Spagna all'Europeo è ancora impresso nella nostra testa e nel nostro cuore – ha detto, poi il difensore della Juve in vista dell'incontro con le Furie Rosse - bisognerà restare lucidi fin dalla fase iniziare del match. Abbiamo grande rispetto per la Spagna, dobbiamo gestire meglio le varie fasi della partita. La finale di Kiev è la gara che mi evoca ricordi peggiori, i migliori invece arrivano dalla semifinale dell'Europeo. Dove li abbiamo dominati di più, invece, è secondo me nell'Europeo del 2016. Tra i giocatori spagnoli, chi ho sempre ammirato e non l'ho mai nascosto è Sergio Ramos».

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 5 Ottobre 2021, 19:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA