Morata cecchino dal dischetto, Kulusevski da leccardsi i baffi e Frabotta si conferma
di Massimo Sarti

Morata cecchino dal dischetto, Kulusevski da leccarsi i baffi
e Frabotta si conferma

BUFFON 6

Passa tranquillamente la vigilia del suo 43° compleanno e la 678ª presenza nella Juve. Guida con la voce i compagni, alcuni dei quali potrebbero essere suoi figli.

DRAGUSIN 6

Seconda gara da titolare in Coppa Italia per il quasi 19enne rumeno. Con buona personalità.

DEMIRAL 6

Fa sentire il fisico contro gli attaccanti avversari. Non deve sbattersi più di tanto (38' st Da Graca 6: conclude verso Berisha e mette lo zampino nel 4-0).

DE LIGT 6

Serata di ordinaria amministrazione, aspettando impegni più probanti.

BERNARDESCHI 5,5

Non si mette particolarmente in evidenza e non ha tempo di rimediare, perché si fa male a fine primo tempo (1' st Di Pardo 5,5: si fa vedere poco).

FAGIOLI 6

All'esordio in prima squadra, il classe 2001 sta soprattutto attento a mantenere la posizione. Qualche errore, ma anche buone giocate (42' st McKennie ng).

RABIOT 7

Con una galoppata delle sue si guadagna il rigore dell'1-0. E non è la sola in una partita a tutto campo. Pirlo ringrazia e annota in vista delle prossime gare.

RAMSEY 6

Impegna Berisha ad inizio ripresa. Gara giudiziosa.

FRABOTTA 7

Il diagonale in apertura è solo un antipasto. Dopo poco più di mezz'ora trova il primo gol con i grandi della Juve. Serata che deve dargli grande fiducia (22' st Alex Sandro 6: torna dopo lo stop per il coronavirus).

KULUSEVSKI 7

Fa impazzire la difesa della Spal prima dell'assist per il 2-0 di Frabotta. Vivacizza la manovra bianconera dialogando con Morata e con Chiesa, da cui riceve la palla del 3-0. Gol meritatissimo.

MORATA 6,5

Sempre in agguato e pronto a giocare con i compagni. Impeccabile dal dischetto per l'1-0. Esce dolorante alla caviglia destra (22' st Chiesa 7: assist per il 3-0, bel tiro a giro fuori di poco e 4-0 in slalom. Tutto concentrato).

PIRLO 6,5

Può permettersi dare spazio ai giovani per guadagnarsi l'Inter in semifinale. Ora il compito è non ripetere con i nerazzurri la “controprestazione” di campionato.    


Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Gennaio 2021, 15:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA