Conte: «L'Inter risorta dopo emiminazione dalla Champions»

Conte: «L'Inter risorta dopo emiminazione dalla Champions»

«Patto scudetto? Non c'è mai stato. É inevitabile che dobbiamo avere l'ambizione di giocare per vincere, per la storia del club che parla chiaro. Sono anni che l'Inter non vince, noi ci siamo andati vicini l'anno scorso e quest'anno penso che la delusione di essere usciti in Champions in maniera immeritata ci abbia portato a fare un'introspezione singolarmente, e capire che bisognava alzare il livello di tutti per cercare di essere più competitivi. Fossimo in Champions ora potremmo giocarcela«. Sono le parole del tecnico nerazzurro, Antonio Conte, dopo la vittoria per 3-0 contro il Genoa che proietta, in attesa della sfida dell'Olimpico tra Roma e Milan, i suoi a +7 sulla più diretta rivale. »L'anno scorso bisognava leggerlo, il gap con la Juve erano venti punti e c'era stato un miglioramento netto. Quest'anno abbiamo continuato, il competitor è chi vince e rappresenta il parametro per capire a che punto siamo. Mancano 14 partite, dobbiamo continuare sapendo che siamo cresciuti, che c'è sinergia e empatia«, prosegue l'allenatore barese ai microfoni di Sky Sport. E sul match conclude. »Abbiamo fatto bene, c'è stato il giusto approccio, la giusta voglia, non abbiamo concesso niente e siamo stati bravi a fare tre gol. Perin ha salvato diverse situazioni«, conclude

 

«Avevamo diversi giocatori diffidati, e con il turno infrasettimanale e tre partite in sette giorni devo tener conto che certi giocatori non riescono a reggere il ritmo». Così Davide Ballardini motiva l'ampio turn over del suo Genoa, in casa dell'Inter. «Il derby di mercoledì? Ho tenuto conto degli impegni ravvicinati - ha aggiunto il tecnico dei rossoblù, a Sky - sono gli stessi giocatori a dirti che troppe partite ravvicinate per loro sono difficili. Detto questo, anche con la squadra che abbiamo schierato avremmo potuto fare meglio, contro un'Inter che in questo momento in campo è padrona».

 

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Febbraio 2021, 18:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA