Colpo di Stato in Guinea: Nazionale del Marocco bloccata in albergo, tra di loro Hakimi e due giocatori della Fiorentina

Colpo di Stato in Guinea: Nazionale del Marocco bloccata in albergo, tra di loro Hakimi e due giocatori della Fiorentina

Da questa mattina Conakry, capitale della Guinea, è sprofondata nel caos. Incertezza e preoccupazione hanno avvolto una città in cui si è verificato un tentativo di colpo di stato da parte dei corpi speciali dell'esercito. A farne le spese anche Hakimi e due giocatori della Fiorentina.

 

Leggi anche > Cristiano Ronaldo in quarantena, sorrisi su Instagram: «Chi lo dice che a Manchester non c'è il sole?»

 

Dopo una mattinata di sparatorie, strade bloccate e presenza massicccia di uomini armati, è stato annunciato che il presidente Condè è stato arrestato. Il colonnello Mamady Doumbouya ha pronunciato un discorso sulla tv nazionale.

Il colonnello Doumbouya ha deciso di sciogliere il governo, di sospendere la Costituzione e di creare una giunta con il nome di Comitato nazionale per la ripresa e lo sviluppo (Cnrd). L’ufficiale ha promesso il rispetto della «sovranità popolare» e l’avvio di un «dialogo inclusivo» per redigere una nuova Carta fondamentale.

 

In tutto ciò, nel caos più generale di una mattinata di incertezze, violenze e morti, a Conakry si trova la Nazionale di calcio del Marocco. Hakimi e compagni avrebbero dovuto giocare domani sera contro la Guinea la partita di qualificazione ai Mondiali del Qatar

Agli ordini del ct Vahid Halilodzic sono tanti i giocatori che militano in club europei. Il più famoso è Hakimi del PSG, ma anche Maleh e Amrabat della Fiorentina, Bounou, En-Nesyri e Munir del Siviglia

Mentre ancora non è chiaroodove si trovi la Nazionale di casa, la squadra marocchina è al sicuro nella periferia della città. L'ambasciata ha chiesto loro di restare in albergo fino a che non sarà organizzato un volo di evacuazione dal Paese. 

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 5 Settembre 2021, 22:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA