Milan stasera a Londra contro il Chelsea. Pioli: «Pronti a scrivere la storia anche in Europa»

Milan stasera a Londra contro il Chelsea. Pioli: «Pronti a scrivere la storia anche in Europa»

Il Milan? Più forte di tutto, compresi gli otto assenti che stasera non potranno calcare il terreno dello Stamford Bridge (fischio d'inizio alle 21, arbitro l'olandese Makkelie) per la terza giornata di Champions contro il Chelsea: l'ultima volta, 23 anni fa, è finita 0-0.

Parola di Stefano Pioli, il condottiero rossonero alla vigilia della contesa con i Blues manda un messaggio chiaro ai naviganti del Diavolo: «Vogliamo essere competitivi, e per essere competitivi devi affrontare ogni singola partita al meglio delle tue possibilità cercando di dare il massimo all'interno dei 95 minuti. Sappiamo di affrontare una big in Europa che poco più di un anno fa ha vinto la Champions League, però abbiamo la nostra mentalità e il nostro modo di stare in campo, quindi cercheremo di metterlo domani sera».

L'avvicinamento alla partita: sensazioni? «I pronostici sono fatti sulla carta poi il campo può determinare altre prestazioni ed altri risultati. È chiaro che il risultato di Dinamo Zagabria-Chelsea in pochi se lo sarebbero aspettato, altrettanto vero è che giocare in Champions significa che devi essere di alto livello in tutto, questo è il nostro obiettivo. Il Chelsea poi ha cambiato l'allenatore e quindi ci troveremo di fronte un avversario molto motivato e molto forte. Ma noi vogliamo scrivere la storia anche nell'Europa che conta, in Champions».
Tra gli ex del Chelsea alla corte del Diavolo, ecco Giroud, che ammette: «Ho tante speranze per questa Champions e sono orgoglioso di essere qui al Milan».

E sul francese, ecco pure il parere di Koulibaly, ex del Napoli, ora al Chelsea: «Giroud è un attaccante pericoloso, può segnare in qualsiasi momento». Infine Tomori, altro ex Blues, sul suo rinnovo alla corte del Diavolo: «Qualche mese fa ho rinnovato contratto, quella è la prova di quanto io sia felice. Sto bene e il Milan è il meglio per me e ne sono molto felice».


marco.zorzo@leggo.it
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Ottobre 2022, 08:16

© RIPRODUZIONE RISERVATA