Allegri alza la voce: «Non voglio sentir parlare di risultato che deprime l'ambiente»

Allegri alza la voce: «Non voglio sentir parlare di risultato che deprime l'ambiente»

«Il 2-2 può deprimere l'ambiente? No, questo non l'accetto. La nostra è una stagione straordinaria e ora dobbiamo andare avanti. Nessuno ha mai detto che la Juventus era favorita in questo ottavo di finale. Avevamo il 50 per cento di possibilità di passare e ce lo abbiamo ancora. Non si può pensare che la Juventus debba vincere per forza 3-0 un ottavo di finale: questa cosa mi fa girare molto le scatole». Massimiliono Allegri alza la voce nella conferenza stampa post match. Certo la delusione per come si erano messe le cose è tanta, ma è presto per il processo ai bianconeri.

«E’ stata una bella partita, siamo andati in vantaggio, poi abbiamo subito il loro ritorno anche perché hanno fatto una buona pressione – ha detto il tecnico della Juventus - Ora c’è il ritorno, è una partita secca e dovremo cercare di vincere. Contro il Tottenham è normale andare un po’ in difficoltà, dopo il 2-0 abbiamo smesso di giocare, ci siamo abbassati troppo e dobbiamo migliorare sotto quell’aspetto. Però era un ottavo di Champions League, dispiace per il pareggio ma abbiamo tutte le carte in regola per andare a Londra a vincere». «Per il ritorno avremo recuperato anche Dybala e Matuidi ma ora noi dobbiamo pensare al campionato – ammonisce Allegri - Ora c’è il Torino, la Champions tornerà tra un mese, sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi. Non pensavo certo di poter “uccidere” il Tottenham già all’andata».
Ultimo aggiornamento: 23:46


© RIPRODUZIONE RISERVATA