Lazio rimontata e battuta dal Celtic 2-1, ora si fa dura

Lazio rimontata e battuta dal Celtic 2-1, ora si fa dura

dal nostro inviato GLASGOW La Lazio si riscopre fragile e incompiuta. Bella a metà. Coraggiosa a tempo determinato. Inconcludente a tempo pieno. Il ko per 2-1 incassato in Scozia, ora, rischia di compromettere pesantemente la qualificazione. I biancocelesti sono terzi in classifica dietro il Celtic e il Cluj. Un peccato visto che Leiva e compagni giocano una gara gagliarda. Il problema è che mancano sul più bello. La Lazio sfiora la folle idea dell’impresa, impresa che invece riesce ai padroni di casa che non vincevano contro una italiana da sette turni.
 



ERRORI FATALI
I biancocelesti accarezzano cullano il sogno vittoria per una buona mezzora, fin quando decidono di sbagliare di tutto: prima Correa prende il palo sul’1-0, poi Parolo calcia addosso a Forster e infine Immobile da solo nell’area piccola si divora il 2-1 che, probabilmente, avrebbe chiuso la partita e mandato all’inferno il Paradise. Il gol di Lazzari illude, il primo con la Lazio, il primo in Europa illude, Christie, idolo di casa, e Jullien riportano i biancocelesti con i piedi per terra. Lì dove fa più male stare. Lì dove ti rendi conto che per certe partite la Lazio non è ancora pronta. Ci si mette anche Forster nel finale a negare un eurogol a Cataldi. Servirà l’impresa il 7 novembre al ritorno per sperare nel miracolo di staccare un pass. 

LEGGI LA CRONACA

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Ottobre 2019, 00:44

© RIPRODUZIONE RISERVATA