Zaniolo e il gestaccio dopo il derby, Caterina Collovati: «Volgare, stia attento a non fare la fine di Balotelli»

Video

Sta facendo discutere il gesto di Niccolò Zaniolo alla fine del derby Lazio-Roma di ieri sera: l'attaccante giallorosso si è rivolto alla tribuna biancoceleste afferrandosi i genitali, un gestaccio che non è passato inosservato e che potrebbe costargli, se non una squalifica, almeno una pesante multa. Caterina Collovati, moglie dell'ex calciatore Fulvio e giornalista e opinionista tv, in un post su Facebook ha criticato quanto fatto da Zaniolo, evocando paragoni con un altro (ormai ex) talento croce e delizia del calcio italiano, ovvero Mario Balotelli.

 

«Ci vorrebbe una sorta di Var anche per questi episodi, ma in questo volgare gesto, di dubbio c’è ben poco - scrive la Collovati sulla sua pagina social - Non capisco perché alcuni calciatori di oggi debbano deliziare il pubblico allo stadio e a casa con la loro inciviltà. Ho seguito il calcio da vicino per decenni e non ricordo questo tipo di comunicazione con le tifoserie avversarie, nemmeno da parte dei più bizzarri personaggi».

 

«Sono gesti da stigmatizzare sempre, affinché i nostri giovani che hanno come idoli i calciatori, non confondano la maleducazione con i normali comportamenti», insiste la moglie del difensore campione del mondo nell’82. «Certa gente dimentica che anche se si indossa la maglietta di una squadra prestigiosa, non ci si può sentire autorizzati a gratuita sguaiataggine». «Caro Zaniolo, fai attenzione - conclude Caterina - già un altro talento, che risponde al nome di Mario Balotelli, si è perso per dar spazio all’ira incontrollabile e ad altre nefandezze».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Settembre 2021, 21:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA