Quarant'anni fa lo scandalo del Totonero: a 90° minuto le immagini choc delle volanti della polizia negli stadi italiani
di Marco Lobasso

Quarant'anni fa lo scandalo del Totonero: a 90° minuto le immagini choc delle volanti della polizia negli stadi italiani

Ci sono immagini, ricordi, momenti che sono incancellabili. Non solo felici. Per gli sportivi over 50 il pomeriggio del 23 marzo 1980 rimarrà nella storia: è una domenica piovosa di inizio primavera, come tante altre, ma 90° minuto, la trasmissione cult della Rai di quegli anni, apre con Paolo Valenti che lancia le immagini delle volanti della Polizia sulle piste di atletica degli stadi italiani. È uno choc senza precedenti.



Alle cinque della sera, le forze dell’ordine entrano nei templi del calcio nazionale per mettere le manette ad alcuni tra i più famosi calciatori di Serie A. È l’inizio spettacolare dello scandalo che tutti ricorderanno come Totonero; per molti italiani, la fine, dolorosa, di una passione: la scoperta di un tradimento, un incredibile intreccio di combine e partite truccate, che avrebbe coinvolto mezza Serie A.

Oggi, 40 anni dopo, di scandali nel calcio non ce ne sono; c’è ben altro da fronteggiare, ma, nell’arco di questi decenni tanti altri clamorose inchieste di calcioscommesse hanno messo in ginocchio il calcio italiano; la più tristemente famosa quella del 2006, con gli scudetti cancellati alla Juve. Poi, la più recente di Cremona, ultima in ordine di tempo e, si spera, anche in futuro, ultima e basta. Quel pomeriggio di 40 nni fa vennero arrestati 13 calciatori. Poi, furono squalificati tanti big di A, come Paolo Rossi, Bruno Giordano, forse i simboli di quel Totonero 80. La storia e le squalifiche sono andate come sono andate, la vittoria del Mundial 1982 ebbe poi la forza di cancellare tutto.

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Marzo 2020, 10:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA