Cagliari, Maran: «Battere il Milan per chiudere il momento difficile

Maran: Maran: «Battere il Milan per chiudere il momento difficile»
"Chiudere questo momento di difficoltà con una vittoria con il Milan avrebbe un grandissimo valore". Cagliari, dopo tre sconfitte consecutive i rossoblù vogliono tornare alla vittoria. Rolando Maran lo ha ribadito più volte durante la conferenza stampa della vigilia della gara contro i rossoneri. Di fronte il Milan di Stefano Pioli che stenta a trovare gioco e risultati, ma con un potenziale da non sottovalutare, soprattutto dopo il ritorno in Italia di Zlatan Ibrahimovic. "E' un campione e porterà qualcosa in più al nostro sistema" - ha dichiarato l'allenatore dei sardi "Il ritorno di Ibrahimovic fa crescere il campionato italiano. Ha caratteristiche determinate, è un riferimento importante e dobbiamo essere bravi a "sporcare" queste qualità e cercare di limitarlo: bisognerà essere attenti nelle varie coperture. Il Milan è una squadra difficile da inquadrare, cambia di partita in partita anche perché stanno inserendo giocatori nuovi. I rossoneri hanno grandi qualità tecniche e un potenziale di grande spessore, con un allenatore bravo. A tutto ciò hanno aggiunto Ibra: onestamente non so come possano aver preparato la gara". La sconfitta contro la Juventus è stato il leitmotiv della settimana: "C'è tanta rabbia per la partita con la Juventus: non siamo partiti come volevamo. Abbiamo giocato contro una squadra con la quale bisogna fare una gara perfetta e quando non sei concentrato contro la Juventus rischi quello che poi è successo. Un po' i bianconeri erano in forma e un po' ci abbiamo messo del nostro. Tutto ciò ha portato ad affrontare la settimana belli carichi e concentrati: speriamo di dimostrarlo nel campo. Con la Juventus fino al primo gol, che abbiamo regalato noi, non avevamo concesso quasi nulla. Potevamo fare qualcosa in più in fase di possesso: se hai la palla concedi di meno. Anche con i bianconeri abbiamo creato, un palo e una traversa: è un dato da non sottovalutare"". Tra i disponibili torna anche il portiere della Nazionale, Alessio Cragno, oltre che Fabio Pisacane, di rientro dalla squalifica: "Alessio verrà convocato ma più che altro per respirare l'aria dello spogliatoio, per onore di firma. Mancheranno Pavoletti, Ceppitelli, Cacciatore e Ragatzu. Gli altri sono a posto, siamo appena ripartiti: dobbiamo solo chinare la testa sull'obbiettivo. Ultimamente abbiamo subito tanti gol? E' un aspetto sul quale dobbiamo migliorare e ci stiamo lavorando. Subire tante reti è un fatto che è accaduto per cause diverse: noi abbiamo lavorato sulla compattezza". Calendario di gennaio complicato per i rossoblù che avranno quattro partite su cinque in trasferta: "Ci deve aggiungere consapevolezza e capire l'importanza della gara di domani, anche se probabilmente non c'è bisogno. Su cinque partite quattro saranno fuori, cosa più unica che rara: dobbiamo fare di necessità virtù e approfittare del turno casalingo, Con la spinta dei nostri tifosi cercheremo i tre punti. Con un risultato importante domani chiuderemmo il girone d'andata sesti e superare questo momento di difficoltà con una vittoria contro una grande squadra avrebbe un grande valore". Le condizioni di Joao Pedro e Nahitan Nandez, apparsi in calo nelle ultime apparizioni: "Joao Pedro sta giocando da trequartista, noi giochiamo con i due trequartisti dietro la punta centrale. Il nostro 10 è in grado di ricoprire più ruoli e fare più cose, anche se la sua posizione naturale è sulla trequarti: è un giocatore che ha fisico e intelligenza. Nandez mi pare in ripresa, dobbiamo tenere in considerazione che era più di un anno che non si fermava: lo vedo meglio, addirittura più in condizione di prima della sosta" Prima della chiusura della conferenza stampa c'è spazio anche per una domanda sulle trattative di gennaio. Cragno scalpita per riavere il suo posto tra i pali, il Cagliari potrebbe lasciar partire Olsen. C'è poi la caccia a un difensore centrale, con Juan Jesus in cima alla lista dei desideri. Maran taglia corto "Mercato? Focalizziamo tutte le nostre attenzioni sulla partita di domani" Probabile formazione anti Milan:(4-3-2-1) Olsen; Faragò, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Joao Pedro, Nainggolan; Simeone.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Gennaio 2020, 14:33

© RIPRODUZIONE RISERVATA