Cagliari-Inter 1-3, Darmian e Lautaro (doppietta) tengono in vita le speranze dei nerazzurri

Cagliari-Inter 1-3, Darmian e Lautaro (doppietta) tengono vive le speranze scudetto dei nerazzurri

L’Inter fino alla fine resta aggrappata alla speranza scudetto. Con Darmian e Lautaro Martinez (doppietta) i nerazzurri vincono anche contro il Cagliari e rispondono nel migliore dei modi al successo di San Siro del Milan sull’Atalanta. La squadra di Simone Inzaghi così si riporta a -2 dai rossoneri e adesso affronteranno la Sampdoria, già salva, consapevoli che ai rivali basterà un punto a Reggio Emilia con il Sassuolo per festeggiare il tricolore. Questo perché a pari punti il Diavolo è in vantaggio sugli scontri diretti. È un’Inter che parte subito forte. Rischia solo su una conclusione potente di Lykogiannis, respinta da Handanovic, poi segna con Skriniar nella prima vera occasione del match. Ma interviene il Var e l’arbitro Doveri annulla il gol del difensore slovacco per un suo tocco di mano.

Per l’Inter non cambia nulla. Perché al 25’ sblocca nuovamente il vantaggio: cross di Perisic e colpo di testa vincente di Darmian, che sovrasta Ceppitelli. I nerazzurri non si fermano e prima dell’intervallo centrano il palo con Lautaro Martinez e nella ribattuta, sempre dell’argentino, Cragno si supera. Il sigillo dell’attaccante interista è solo rinviato a inizio ripresa, quando è bravo a finalizzare un lancio di Barella. Ma dopo solo 3’ Lykogiannis accorcia con un gran tiro deviato da Skriniar. Alessandro Agostini, tecnico del Cagliari, inserisce Keita – ex nerazzurro – per Pavoletti, ma i rossoblù non riescono a raddrizzare il match. Anzi rischiano su un colpo di testa di Perisic e su una girata di Lautaro Martinez. Fino alla doppietta dell’argentino. Vince l’Inter, tornata a -2. A 90’ dalla fine tutto può ancora succedere. Invece, il Cagliari rischia grosso: resta terzultimo a due punti dalla Salernitana. La B è più vicina.

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 16 Maggio 2022, 07:51

© RIPRODUZIONE RISERVATA