Barcellona-Napoli 3-1, le pagelle. Koulibaly, quanti errori. Insigne è l'ultimo ad arrendersi
di Massimo Sarti

Barcellona-Napoli 3-1, le pagelle. Koulibaly, quanti errori. Insigne è l'ultimo ad arrendersi

OSPINA 6
Para il solo tiro parabile, quello di Suarez in occasione del 3-0 poi annullato a Messi. Quasi arriva sulla diavoleria dall'erba della Pulce. Prende tre reti, ma non ha grosse responsabilità.

DI LORENZO 5
Spesso in difficoltà contro i guizzanti attaccanti del Barcellona. In appoggio alla manovra dei propri compagni si contano più le imprecisioni che le cose buone.

MANOLAS 5
Qualche buona chiusura, ma anche erroracci individuali, come per i compagni di reparto. Il Napoli commette troppi pasticci difensivi per sperare di poter contenere il Barcellona. C'è anche il greco nel nugolo di uomini spettatori non paganti del fantastico 2-0 di Messi.

KOULIBALY 4,5
Primo tempo da incubo per uno dei migliori difensori del mondo, imbambolato contro l'attacco blaugrana. Soprattutto per colpa di Messi. Il senegalese si fa sorprendere da terra dalla Pulce sul 2-0 e si fa anticipare malamente in occasione del rigore del 3-0. E gli errori non finiscono qui.

MARIO RUI 5,5
Si fa uccellare da Messi sul 3-0 poi annullato per un presunto fallo di mano dell'argentino. Si riscatta con un gran cross all'81', ma Milik segna in leggero fuorigioco. In spinta il portoghese non produce però molto di più.

FABIAN RUIZ 5,5
Passano dai suoi piedi i momenti in cui il Napoli cerca di fare la gara, soprattutto nella prima parte di ripresa. Dura però troppo poco (34' st Elmas ng).

DEMME 5
Ci mette l'anima per portare all'impresa il Napoli, in onore del proprio nome Diego. Cerca di essere aggressivo, ma con efficacia a sprazzi. Sull'1-0 subisce la spinta di Lenglet, più che sospetta: non però per Cakir e per i colleghi al Var (1' st Lobotka 5,5: “solita” staffetta con Demme all'intervallo. Tanto possesso palla, ma geometrie sterili. Il danno però era stato già fatto).

ZIELINSKI 5
Non riesce a incidere con qualità e corsa. Deve anche fermare Messi con le cattive, meritandosi un cartellino giallo (25' st Lozano 6: in pochi minuti un colpo di testa alto e un palo, seppur “concesso” da una originale interpretazione di Ter Stegen).

CALLEJON 5,5
Disputa al Camp Nou la 349ª e ultima gara in carriera al Napoli. Senza fare la differenza, seppur l'impegno non possa essere messo in discussione. Volenteroso in copertura, ma in Catalogna ci vorrebbe altro (25' st Politano 6: più vivace in avanti rispetto a Callejon in un finale in cui il Barcellona cala nelle energie. Ma resiste).

MERTENS 6
Inizia alla grande con un palo che promette grandi cose. Chiude il primo tempo inducendo al fallo Rakitic e procurandosi il rigoee del 3-1. Nella ripresa innesca un colpo di testa di Insigne, ma ad un certo punto le energie terminano.

INSIGNE 6
Dissemina la partita di buoni spunti, oltre al rigore del 3-1 trasformato con sicurezza che prolunga le speranze del Napoli. Il capitano partenopeo appare l'ultimo ad arrendersi in casa Napoli, senza dimenticarsi le non perfette condizioni fisiche (34' st Milik 6: entra e segna. Peccato che sia in lieve fuorigioco. Per poco non riapre tutto).

GATTUSO 5,5
Prepara la partita cercando di scalare l'Everest con la manovra corale, sperando di incappare in qualche svarione difensivo del Barcellona. Peccato che la serata discutibile sia invece della retroguardia del Napoli, senza nulla togliere alle magie di Messi. La fortuna gli volta anche le spalle perché l'immediato 1-0 di Lenglet potrebbe essere annullato.  
Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Agosto 2020, 23:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA