Aveva ragione il Napoli: era ammutinamento. Hysaj condannato a pagare 40mila euro

Aveva ragione il Napoli: era ammutinamento. Hysaj condannato a pagare 40mila euro

La decisione del collegio arbitrale riguardo alla vicenda del novembre 2019 dopo l'1-1 con il Salisburgo

Aveva ragione il Napoli. Si trattava di ammutinamento e, a distanza di due anni, iniziano ad arrivare le conclusioni della giustizia in merito a quella notte del novembre 2019, quando i giocatori del Napoli si rifiutarono di partecipare al ritiro imposto dalla società. Elseid Hysaj è stato condannato a pagare una multa da 40mila euro

 

Leggi anche > Roma, Mourinho: «Contro lo Zorya sarà una finale. La rosa non è costruita per giocare a tre»

 

L'attuale terzino della Lazio fu uno di quei giocatori che si rifiutò di partecipare al ritiro imposto dal presidente Aurelio De Laurentiis, dopo il pareggio casalingo contro il Salisburgo. Quella notte al San Paolo, la quarta partita del girone di Champions League finì 1 a 1 e quel pareggio, complici anche i risultati in campionato, non piacque al patron del Napoli che impose il ritiro. Carlo Ancelotti accettò la decisione, ma nessuno dei suoi calciatori si presentò a Castel Volturno. 

 

Adesso l’ex calciatore del Napoli, Elseid Hysaj, è stato condannato dal Collegio Arbitrale a pagare 40mila euro di multa. Il collegio ha, infatti, ritenuto che il ritiro potesse essere disposto anche dalla società e non soltanto dall’allenatore, e che il ritiro deciso quella sera non avesse carattere punitivo dal momento che si sarebbe svolto nei locali del centro sportivo, dove abitualmente la squadra si allenava. L'attuale terzino della Lazio dovrà pagare l’ammenda per essersi rifiutato di prendervi parte.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Novembre 2021, 19:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA