Atalanta-Manchester City 1-1. Pasalic tiene vivi i sogni della Dea

Atalanta-Manchester City 1-1. Pasalic tiene vivi i sogni della Dea

L’Atalanta ferma il Manchester City di Pep Guardiola pareggiando 1-1 e conquistando il primo punto in Champions. Gian Piero Gasperini spera ora che la sua squadra possa trovare fiducia - grazie a questo risultato - nelle prossime due partite contro Dinamo Zagabria e Shakhtar. Nel primo tempo i bergamaschi sentono l’emozione di essere al cospetto di una grande squadra, campione di Inghilterra in carica e una delle favorite per la vittoria finale. Castagne e Hateboer sono praticamente inesistenti, Djimsiti e Toloi sono spesso in ritardo, Gomez e Ilicic non incidono come dovrebbero. Il Manchester City fa girare il pallone, verticalizza, copre gli spazi e con tre tocchi di palla arriva nell’area bergamasca. È la sintesi del vantaggio firmato da Sterling, che riceve dal tacco di Gabriel Jesus e batte Gollini. Mahrez sulla destra scatena il panico nella difesa dell’Atalanta e in più occasioni è pericoloso. Come quando al 25’ serve Sterling in area, ma l’attaccante è in netto ritardo, o come quando al 35’ impegna Gollini con un bel tiro da fuori. Nella squadra di Guardiola male solo Gabriel Jesus, in campo al posto di Aguero. Il brasiliano regala sì l’assist a Sterling, ma al 43’ manda sul fondo un rigore calciato davvero male. Nella ripresa è un’altra gara. L’Atalanta trova subito il pareggio al 4’: cross di Gomez e testa vincente di Pasalic. Il City soffre, i bergamaschi insistono con un colpo di testa di Djimsiti e un altro tiro di Pasalic. A 9’ dalla fine viene espulso Bravo per fallo su Ilicic lanciato a rete (tra i pali finisce Walker), ma finisce 1-1 ed è il primo punto in Champions per gli uomini di Gasperini. Che possono ancora sperare nel secondo posto grazie al 3-3 tra Dinamo Zagabria e Shakhtar.
Salvatore Riggio

RILEGGI LA DIRETTA
 
Mercoledì 6 Novembre 2019, 19:20



© RIPRODUZIONE RISERVATA