Roma, Fonseca: «Non parlo di Dzeko, in settimana tante speculazioni. El Shaarawy? È felice di tornare»
di Gianluca Lengua

Roma, Fonseca: «Non parlo di Dzeko, in settimana tante speculazioni. El Shaarawy? È felice di tornare»

Paulo Fonseca evita l’argomento Dzeko e definisce «speculazioni» le notizie che riguardano i rapporti tra lui e l’attaccante: «Abbiamo avuto tante speculazioni in questa settimana e io non voglio contribuire a crearne altre. È il momento di pensare alla partita ed è il momento di vincere per la Roma». il portoghese ha poi commentato l’arrivo di El Shaarawy: «a caratteristiche che possono aiutare la squadra e ha una cosa molto importante: la voglia di tornare alla Roma». Capitolo formazione: dentro Mkhitaryan, in porta Pau Lopez. Ecco la conferenza stampa del tecnico. 

Mirante e Mkhitaryan titolari. «Mirante non sarà titolare, Mkhitaryan sì».

Quando Dzeko tornerà in gruppo. «Capisco la curiosità, ma è un tema di cui non voglio parlare. Vedremo la prossima settimana».

Il capitano. «Anche di questo non è tempo di parlare, bisogna pensare alla partita che sarà difficile contro una grande squadra».

Il confronto con Dzeko. «Abbiamo avuto tante speculazioni in questa settimana e io non voglio contribuire a crearne altre. È il momento di pensare alla partita ed è il momento di vincere per la Roma. Sarà una partita molto difficile».

Come la squadra ha vissuto la vicenda Dzeko. «Di questo non ho bisogno di parlare, basta vedere come la squadra si è comportata contro lo Spezia». 

Il Verona. «I loro numeri non dipendono solo da un calciatore, i numeri dimostrano che sono la squadra migliore a difendere. Sono forti a livello difensivo, marcano a uomo, sono forti e non lasciano giocare le altre squadre. È facile capire perché hanno risultati contro le grandi squadre: le grandi hanno le intenzioni di fare la partita e fare il proprio gioco. Ma farlo contro il Verona è difficile, loro non permettono di giocare ed è difficile cambiare modo di giocare in poco tempo».

Perez. «Non possiamo dimenticare che lui è un giovane in crescita, ha giocato bene con lo Spezia e crediamo molto in lui. Deve continuare a lavorare per aiutare la squadra». 

Mayoral titolare. «Sono soddisfatto del suo rendimento, sta giocando bene e sta lavorando molto per la squadra. Non dimentichiamo che è un giovane, che è arrivato adesso in Italia e sappiamo come è difficile per un attaccante come lui avere i numeri che ha in questo momento».

El Shaarawy. «Si può adattare al nostro sistema, lui è un calciatore che conosce bene il calcio italiano ed è importante. Ha caratteristiche che possono aiutare la squadra e ha una cosa molto importante: la voglia di tornare alla Roma. Questo è molto importante da sentire per un allenatore che parla con un calciatore, sono soddisfatto di sapere che ama la Roma». 

Kumbulla. «Lui è sempre una possibilità».

Il calcio di reazione. «In Italia non ci sono molte squadre che giocano come il Verona in Europa. I giocatori interpretano bene il modo di giocare dell’allenatore e per questo sono molto forti». 

I diffidati. «I diffidati non incideranno sulle mie scelte anche se dopo ci sarà la Juventus. Vedremo cosa succederà». 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 30 Gennaio 2021, 17:18

© RIPRODUZIONE RISERVATA