Andrè Silva chiama, Milik risponde: 1-1 tra Portogallo e Polonia
di Valerio Cassetta

Andrè Silva chiama, Milik risponde: 1-1 tra Portogallo e Polonia

Un gol per tempo. Portogallo e Polonia pareggiano 1-1 all’Estádio Afonso Henriques di Guimarães nell'ultima giornata della Nations League. I lusitani, staccato già il pass per le Final Four, faticano contro i polacchi, già retrocessi in Lega B. I padroni di casa partono forte: Cancelo e Renato Sanches mettono paura a Szczesny, ma i biancorossi non ci stanno a fare le comparse: Cionek e Bednarek, entrambi ammoniti, non risparmiamo colpi proibiti. Al 34’ Andrè Silva segna il gol del vantaggio. L'ex Milan si libera della marcatura di Klich e di testa va in rete, sfruttando l’angolo di Renato Sanches. La Polonia sembra accusare il colpo, ma dieci minuti più tardi Kedziora, su calcio di punizione di Grosicki, colpisce la traversa con un gran colpo di testa.

Nella ripresa la Polonia alza la pressione, alla ricerca del pareggio. Cancelo salva per due volte la porta di Beto, prima su Francowski, poi su un tiro (deviato) di Zielinski. La difesa del Portogallo scricchiola e al 62’ Danilo stende in area Milik con una gomitata: l’arbitro russo Karasëv non ha dubbi e indica il dischetto, mostrando il rosso al centrali. Dagli unici metri Milik non sbaglia e fa 1-1. Sotto una pioggia battente il Portogallo, in inferiorità numerica, prova a riorganizzarsi. Beto si supera sul mancino in corsa di Zielinski, poi a nove minuti dalla fine Kadzior, entrato al posto di Grosicki, sfiora il palo sugli sviluppi di un corner. Il match si chiude con la Polonia in attacco, mai vittoria nelle partite del Gruppo 3.
Ultimo aggiornamento: 23:18


© RIPRODUZIONE RISERVATA