Inter, Correa e Sanchez valori aggiunti. L'attacco di Inzaghi sperimenta nuove vie

Inter, Correa e Sanchez valori aggiunti. L'attacco di Inzaghi sperimenta nuove vie

di Alessio Agnelli

Alessio Agnelli
Correa e Sanchez, valori aggiunti e Inzaghi si gode la sua Inter a 4 stelle. Due splendenti e trainanti fino a 2 giornate fa: Dzeko e Lautaro, autori di 12 reti complessive (7 il bosniaco, 5 l'argentino) nelle prime 9 di campionato. Due decisamente ad intermittenza finora, ma capaci di bagliori accecanti in 4 giorni contro Empoli e Udinese: El Niño ed El Tucu, decisivi con un assist e 2 centri negli ultimi 2 turni da 6 punti in carniere.

Le buone nuove, per Simone Inzaghi, non si limitano alla difesa, da doppio clean sheet consecutivo contro toscani e friulani, come non le accadeva dalla prima di campionato contro il Genoa (il 21 agosto; il 28 settembre l'unico foglio pulito' in Champions, contro lo Shakhtar). Negli ultimi 180 minuti di serie A, il tecnico piacentino ha recuperato, infatti, alla causa sia Alexis Sanchez che Joaquin Correa, di nuovo on fire e pronti ad insidiare i titolarissimi Dzeko e Lautaro nelle gerarchie d'attacco dell'ex Lazio. Il Niño Maravilla ha sfruttato l'occasione dall'inizio contro l'Empoli, evidenziando gamba negli 1 contro 1 ed il solito piede educato in assistenza (per lo 0-1 di D'Ambrosio). Il Tucu la chance da titolare contro l'Udinese, quasi allo scadere e dopo un'ora di gioco di penombra, con 2 lampi in 8 minuti, a suggellare il risultato prima del cambio (120 secondi dopo). Esattamente come a Verona, lo scorso 27 agosto, al debutto da subentrante in nerazzurro, con una doppietta in 11 minuti (tra l'83' e il 94'), per un totale di 4 reti e di 6 punti già portati in dote ad Inzaghi. Il prossimo step per Correa deve essere la continuità, di impiego (Dze-La permettendo, ovviamente) e di prestazione, e la salute, perché da quando è arrivato Joaquin è stato falcidiato da una serie di problemi muscolari- ha sottolineato Andrea Ranocchia a Sportmediaset-. Ora però sta meglio e si vede. Sono contento quando i ragazzi fanno bene. Domani sera, a Tiraspol, toccherà ancora a Dzeko e Lautaro, nello spareggio di Champions con lo Sheriff. Tucu e Niño armi in più a gara in corso.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Novembre 2021, 08:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA