Aldair, il mistero della data di compleanno: la Roma fa festa, ma quando li compie realmente?
di Francesco Balzani

Aldair, il mistero della data di compleanno: la Roma fa festa, ma quando li compie realmente?

Due anni fa costò una gaffe al media center della Roma, ma evidentemente la notifica di correzione non è suonata a Trigoria. E pure oggi - tramite i profili social del club di Friedkin - sono arrivati in ritardo di un mese gli auguri a un personaggio che nella capitale non passa certo inosservato. Aldair Nascimento do Santos, per tutti Pluto, è stato uno dei difensori più forti della storia della Roma. Forse il più forte, anche di quella della Seleçao con la quale ha vinto 1 mondiale. Oggi non compie 55 anni perché in realtà li ha già da un mese. Ma non tutti lo sanno, di sicuro tutti lo rimpiangono e vista la figura della difesa giallorossa ieri si capisce perché.

 

 

Il suo compleanno è sempre stato avvolto nel mistero. Trenta ottobre o 30 novembre? Tutto nasce da un errore dell’anagrafe in Brasile, che oltre a scrivere in modo sbagliato il nome (“Altair”), scrisse 30 novembre anziché ottobre. È il 30 ottobre del 1965 quando a Banco da Vitoria, sette chilometri da Ilheus, nello stato di Bahia, nasce il numero 6 per antonomasia della storia romanista. Mamma Hilda comunica la data giusta ma dall’altra parte l'impiegato del cartorio, cioè l'anagrafe brasiliana, capisce male. Quando si accorge dell'errore prova a rimediare. Cambia la data con quella giusta ma sbaglia il nome e scrive Altair.

 

 

Questa volta è troppo, la signora Hilda proprio non ci sta, il risultato finale porta a ristabilire il nome giusto ma la data sbagliata. Da lì il difensore brasiliano ha festeggiato due volte l’anno il compleanno: una volta per sé e una volta per tutti gli auguri dal mondo del calcio. A fugare ogni dubbio ci ha pensato proprio lui, postando sulla sua pagina Instagram i ringraziamenti per gli auguri il 30 ottobre 2018 “sconvolgendo” gli amanti di almanacchi e ricorrenze. La Roma, però, per alcuni anni sui documenti ufficiali si ritrova ancora la data sbagliata tanto che nel 2018 arrivarono gli auguri della società con tanto di sberleffi di tifosi e non. Cinquancinque anni e un mese, quindi. Gli auguri li facciamo comunque a Pluto: tredici stagioni e 1 scudetto in una Roma che fa tanta nostalgia.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Novembre 2020, 18:12

© RIPRODUZIONE RISERVATA