Agnelli-Conte: insulti, dito medio e tanta rabbia. Attesa per sentenza Giudice Sportivo
di Fabrizio Ponciroli

Antonio Conte contro Andrea Agnelli: insulti, dito medio e tanta rabbia. Attesa per sentenza Giudice Sportivo

Juventus-Inter non è mai stata una partita come le altre. Due tifoserie che non si sono mai amate. Una rivalità che, negli ultimi anni, complice lo strapotere bianconero, si è fatta sempre più accesa. Ora sul ring sono saliti due pesi massimi come Andrea Agnelli, presidente bianconero, e Antonio Conte, tecnico nerazzurro.

 

COSA E' SUCCESSO Nella sfida all'Alllianz Stadium, valida per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia, ci hanno pensato Andrea Agnelli e Antonio Conte a rendere il post match decisamente infuocato e ricco di polemiche. Il presidente bianconero avrebbe insultato, pesantemente, Antonio Conte, reo di aver mostrato il dito medio alla panchina bianconera al termine della prima frazione di gioco (scena immortalata da più immagini). Un duello in stile rusticano con i due sfidanti determinati a non indietreggiare di un solo millimetro e pronti a tutto pur di difendere il proprio pensiero.

 

LA DIFESA DI CONTE Il tecnico nerazzurro non ha perso tempo e, durante le interviste post partita, ha voluto chiarire quando successo: «Quelli della Juventus dovrebbero dire la verità e penso anche che il quarto uomo abbia visto cosa è accaduto per tutta la partita. Bisognerebbe essere più educati. Non c’è niente da dire, aggiungo solo che serve più rispetto per chi lavora». Il riferimento è ai numerosi insulti che avrebbe dovuto "accettare" durante lo svolgimento della partita.

 

LA POSIZIONE DELLA JUVENTUS Sull'esplosivo caso, la Juventus non ha proferito parola. Il labiale del presidente Andrea Agnelli ("Stai zitto cog...") non lascia dubbi sul nervosismo del numero uno bianconero, probabilmente alterato per il comportamento di Antonio Conte. I due non si amano da tempo...

 

RABBIA CHE VIENE DA LONTANO Andrea Agnelli e Antonio Conte sono ai ferri corti ma c'è stato un periodo in cui festeggiavano insieme trofei nelle stanze bianconere della Juventus. La grande occasione di misurarsi con il calcio vero è stata data ad Antonio Conte proprio da Andrea Agnelli nel 2011. Tre anni splendidi poi le dimissioni, a ritiro in corso, nel luglio del 2014 da parte del tecnico. Una decisione che ha fatto naufragare completamente il rapporto tra i due. L'approdo di Antonio Conte sulla panchina nerazzurra ha reso gli animi ancor più bollenti. Ieri la rabbia è esplosa in maniera fragorosa e la sensazione è che ci saranno altri round.

 

POSSIBILE INDAGINE FIGC L'alterco con protagonisti Andrea Agnelli e Antonio Conte potrebbe avere delle conseguenze. La FIGC potrebbe anche intervenire. Prima si aspetterà il resoconto del Giudice Sportivo (la sentenza è attesa per domani). Dopo la lite Ibrahimovic-Lukaku, è la volta del match altri due pesi massimi...


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Febbraio 2021, 11:57

© RIPRODUZIONE RISERVATA