Olimpia, arriva la quinta sconfitta: il Bayern Monaco vince al Forum 80-78

Olimpia, arriva la quinta sconfitta: il Bayern Monaco vince al Forum 80-78

Prima della partita Pianigiani era stato chiaro: “Non serve lo spettacolo, questa è una partita da vincere”. La AX Milano prende in parola solo la prima parte del discorso. Poco spettacolo e altra sconfitta in casa contro il Bayern Monaco. Al Forum finisce 78-80 in un finale concitato e per l’Olimpia è la quinta sconfitta di fila in Eurolega e il vertice si allontana. All’interno di una partita non bella, Milano è avanti 78-74 a un minuto e cinque secondi dalla fine. I tedeschi chiamano time out e al rientro segnano sei punti in fila, resistendo agli assalti finali, anche con un presunto fallo su Gudaitis non fischiato a tre secondi dalla fine. A Milano non bastano i 17 punti di James e i 16 di Micov, il Bayern passa grazie alla splendida prova di Derrick Williams, seconda scelta assoluta al Draft 2011 e sei stagioni in Nba, che mette 21 punti con sei rimbalzi, e di Koponen, ex Virtus Bologna, 13 punti. L’ex Olimpia Radosevic fa buona legna con 10 punti.

Appaiate in classifica con sei vittorie e altrettante sconfitte, Milano ripropone in quintetto Nedovic, tornato domenica scorsa a Sassari dopo il lungo infortunio. Punteggio basso all’inizio: 10-6 AX al settimo. Koponen sigla il primo vantaggio ospite con la tripla del 10-13. Il primo quarto si chiude 16-15 con due triple di Jerrels che infiammano il Forum. L’asse Tarczewski – Kuzminskas cerca l’allungo per Milano, 25-21 al tredicesimo, ma ancora Koponen regala la parità sul 25. Derrick Williams si carica il Bayern che prova a scappare sul 27-33 al 16esimo. James e Micov rispondono da campioni e la partita torna dalla parte milanese: 39-37. Al riposo lungo è ancora vantaggio esterno 40-41.

Al rientro dagli spogliatoi l’Olimpia prova a dare l’accellerata con le triple, 52-46 al 24esimo, ma il gioco troppo perimetrale dei padroni di casa è rischioso e con pazienza il Bayern ricuce e sorpassa con Radosevic, ex di turno: al 27esimo è 52-53. Il terzo quarto di rara bruttezza finisce 57-58 con un acrobatico canestro di Williams. Koponen e Amaize provano il break ospite, il Bayern vola 59-65, ma Gudaitis e Micov regalano la nuova parità al 34esimo. Si gioca più sui nervi che sulla tecnica. Koponen segna la tripla del 69-72, ma Milano, sempre a suon di tiri da tre punti, impatta e sorpassa: al 39esimo è 78-74. Radnjic chiama time out e il Bayern trova cinque punti in fila. A 12 secondi dalla fine è 78-79. James sbaglia da tre, Dedovic mette un libero su due per il 78-80. Ancora James sbaglia, Brooks prende rimbalzo in attacco, sbaglia ma Gudaitis arpiona un altro rimbalzo e cade a terra circondato da avversari. Milano chiede un fallo che non c’è. Finisce 78-80 con il disappunto del pubblico di casa e un Pianigiani molto nervoso.

Ieri, intanto, il Fenerbahce aveva sconfitto il Cska Mosca nel big match di giornata. 79-75 il finale di una partita intensa. Vesely 19 punti con 10 rimbalzi, Guduric 15 punti e Datome con 10 hanno trascinato i padroni di casa alla dodicesima vittoria in Eurolega su tredici partite giocate. Resta secondo il Real Madrid che in serata ha schiacciato in casa il Panathinaikos. Colpo Olimpiacos a Barcellona e del Baskonia a Gran Canaria, fermando così la corsa degli isolani dopo due successi in fila. Bene anche l’altra squadra di Istanbul, l’Efes, vittoriosa 106-68 sul Buducnost con 22 punti di Beaubois e 17 di Motum con sette rimbalzi.
Ultimo aggiornamento: 23:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA